Caffeina spray, stare svegli senza effetti collaterali?

di Valentina Cervelli Commenta

Caffeina spray per svegliarsi senza gli effetti collaterali del suo consumo. Un’idea che funzionerà e che sarà sicura? Secondo gli scienziati dell’Università di Harvard la risposta è positiva: hanno messo a punto una soluzione che se non ancora perfetta è quanto meno interessante. Scopriamola insieme.

Chi beve molto caffè o bevande energetiche per tenersi sveglio può incorrere in spiacevoli effetti collaterali sull’organismo. Talvolta il consumo di questi due alimenti può rendersi necessario per darsi la giusta scossa ed andare avanti. I ricercatori di Harvard hanno deciso di trovare un’alternativa, priva di rischi ma dagli stessi effetti. Il progetto è nato e cresciuto grazie ad una idea dello scienziato Ben Yu ed alla sua capacità di coinvolgere nel progetto Deven Soni, agente specializzato nella ricerca di iniziative in grado di favorire il progresso tecnologico per il miglioramento delle condizioni della popolazione.

Di per sè la caffeina spray è molto semplice n ella sua composizione: la miscela è composta da un mix di acqua, caffeina per l’appunto, ed un particolare aminoacido che favorisce l’assorbimento dalla sostanza da parte del corpo. Al pari di un normale profumo basta spruzzare un po’ di questo preparato sul collo o sui polsi.

Per quanto possa sembrare assurdo, sembra proprio funzionare. Secondo Ben You con quattro spruzzate sul nostro corpo riusciremmo ad ottenere gli stessi effetti che ci procurerebbe la dose di caffeina contenuta in una tazza di caffè. Senza però dover combattere con tutti gli effetti collaterali che la stessa potrebbe apportare se assunta naturalmente per via orale. Via quindi nervosismo, e tra gli altri sintomi, anche la tachicardia.

Il progetto è nella sua fase finale di sviluppo, e se tutto andrà bene, sarò disponibile in commercio per la fine dell’anno. Posso dirvelo sinceramente? Sono davvero curiosa. Con molta probabilità sarò una delle prime persone che proveranno la caffeina spray, visto che non amo particolarmente né il caffè né le bevande energetiche.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>