Trasfusioni di sangue contro l’invecchiamento?

di Valentina Cervelli Commenta

Trasfusioni di sangue contro l’invecchiamento? Fa molto Dracula vero? Eppure degli esperimenti condotti sui topo hanno mostrato come effettivamente tale pratica potrebbe rallentare e sensibilmente il progredire dell’età. Vogliamo scoprirne qualcosa di più insieme?

Sono addirittura tre gli studi pubblicati in tal senso sulla rivista di settore Nature Medicine e condotti, in separata sede, dall’Università di Harvard e dalla collaborazione tra l’University of California, quella di San Francisco e la Stanford University. Utilizzando un modello murino, come vi abbiamo anticipato, gli scienziati sono riusciti a dimostrare i benefici di una trasfusione di sangue giovane nell’organismo di individui anziani.

Sebbene la sperimentazione sia stata condotta solo sugli animali finora, i risultati raggiunti hanno soddisfatto molto i ricercatori. Nel primo studio gli atenei californiani, coordinati da Saul Villeda e Tony Wiss-Coray, hanno unito chirurgicamente il sistema circolatorio di un topo vecchio a quello di uno giovane, congiungendo i due animali a livello addominale per quattro settimane. E’ emerso con il passare delle giornate che i neuroni dell’ippocampo (area adibita alla memoria, N.d.R.) creavano nuove connessioni e sviluppavano una proteina specifica della riorganizzazione dopo particolare evento cerebrale. Anche eseguendo delle semplici trasfusioni di plasma i risultati ottenuti sono stati gli stessi.

Nel secondo studio, condotto ad Harvard, sia tramite la parabiosi (unione dei vasi sanguigni, N.d.R.), sia attraverso l’iniezione nel sangue dei topi più vecchi di una specifica proteina estratta dal plasma dei murini più giovani, si è ottenuta la rigenerazione del DNA delle cellule staminali dei muscoli che ha portato ad una nuova tonicità e resistenza alla fatica, anche se in questo caso è avvenuto l’invecchiamento precoce delle cavie più giovani. L’ultimo esperimento, sempre condotto ad Harvard con le suddette tecniche ha mostrato un miglioramento della circolazione sanguigna di tutto il cervello.

Chissà quali potrebbero essere gli effetti in tal senso su un corpo umano…ve la sentireste di scoprirlo?

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>