Antidepressivi, effetto contrario all’inizio?

di Ma.Ma. Commenta

Quando una persona attraversa un periodo della vita particolarmente difficile, che la butta giù a livello di morale, molto spesso ricorre agli antidepressivi. Quelli più utilizzati, ad oggi, sono gli Inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI) che in teoria sono tra i più leggeri ed è per questo motivo che gli specialisti li prescrivono più volentieri rispetto ad altri. Ma può capitare che all’inizio gli antidepressivi abbiano esattamente l’effetto contrario di quello che la persona che li assume si aspetta. Come mai?

La spiegazione sta su uno studio pubblicato sulla rivista Trends in Cognitive Sciences: gli antidepressivi, nelle prime due settimane circa di assunzione, possono funzionare al contrario a causa della stimolazione e dell’inibizione contemporanea di serotonina e glutammato in essi contenuti. Una sostanza amplifica determinati meccanismi, l’altra tende a sopprimerli ed è per questo che molto spesso l’organismo va in tilt. A spiegare bene gli effetti contrari dei farmaci destinati alla cura della depressione, è il dottor Adrian Fisher dell’Institute of Psychology II della Otto-von Guericke University di Magdeburg, in Germania, che ha seguito e redatto l’articolo sopra menzionato.

La serotonina è responsabile soprattutto della motivazione ad agire, a prendere iniziativa, mentre il glutammato è responsabile in gran parte della percezione del piacere e dell’attività di tipo cognitivo, quindi dell’umore.

DEPRESSIONE, CONSIGLI PER NON RICADERE: CONSULTO ONLINE

Nella prima fase di somministrazione degli antidepressivi, queste due sostanze sono insomma in contrasto:

La persona affetta da depressione, nei primi dieci giorni circa di trattamento con SSRI si trova ad avere lo stato affettivo tipico del depresso, mentre il suo livello di iniziativa precedentemente inibito dalla depressione stessa si disinibisce

L’effetto però passa nel giro di un paio settimane, quando l’organismo si abitua gradualmente ai farmaci antidepressivi che assume. Insomma se siete in cura con antidepressivi ma i vostri primi giorni risultano essere difficili e anzi, vi sembra che le medicine non vi aiutino per niente, rimanete lucidi e tranquilli: a quanto pare si tratta solo di una fase di transizione destinata a passare velocemente.

Photo Credits | Thorsten Schmitt / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>