Lupus eritematoso sistemico (LES), tutte le cure

di Cinzia Iannaccio Commenta

Non esiste una cura definitiva per questa malattia del sistema immunitario, tuttavia è possibile trattare in modo molto efficace i sintomi del Lupus Eritematoso Sistemico (LES o LUPUS), limitare i danni aglio organi vitali (come reni, cuore o polmoni) e ridurre il rischio di recidiva. Numerosi i farmaci a disposizione -a seconda anche della sintomatologia- ma si dimostrano utili anche alcune accortezze nello stile di vita e nella dieta. Vediamo insieme tutte le cure possibili per il lupus.

 

Lupus eritematoso sistemico e dieta

Di per se stessa questa malattia non richiede un’alimentazione specifica, ma è opportuno che chi ne è affetto segua una dieta equilibrata, ovvero a basso contenuto di grassi, ad alto contenuto di frutta, verdura e cereali integrali; con adeguata quantità di carne, pollame e pesce. A seconda degli organi coinvolti dalla malattia e dei farmaci che si assumono possono comunque essere necessari dei cambiamenti specifici nella dieta. Ad esempio i glucocorticoidi (prednisone) che si assumono in caso di lupus possono aumentare l’appetito e dunque provocare un aumento di peso che non farebbe bene. Altresì questi farmaci necessitano un’attenzione maggiore alle corrette dosi di calcio e vitamina D da assumere ogni giorno. Oppure se sono colpiti i reni e si ha gonfiore a mani, gambe o piedi è utile ridurre la quantità di sale nella dieta.

 

Attività motoria e Lupus

Essere inattivo non è mai un bene: può provocare una perdita di tessuto muscolare ed una maggiore predisposizione alla carenza di energie. Seppure poco, un minimo di movimento occorrerebbe sempre farlo.

 

Vaccinazioni

Sono raccomandati quelli contro la polmonite e l’influenza nelle persone affette da lupus. Al contrario sono sconsigliati i vaccini che contengono virus attivi specie se si sta assumendo prednisone che è un immunosoppressore.

 

I farmaci contro il lupus

Numerosi i farmaci impiegati nel trattamento del lupus, compresi i FANS (antinfiammatori non steroidei), l’idrossiclorochina o clorochina, i glucocorticoidi (chiamati anche steroidi) e gli agenti immunosoppressivi. La scelta della terapia farmacologica per il lupus è necessariamente individuale. Dipende cioè dai sintomi, dalla loro gravità e dagli organi coinvolti. Tuttavia esistono delle terapie comuni. Tutte le persone ad esempio dovrebbero essere trattate con il Plaquenil (idrossiclorochina) a meno chenon ci siano altre particolari controindicazioni. Questi offrono sollievo dai sintomi generali quali l’affaticamento, da quelli muscoloscheletrici e cutanei. Chi ha un coinvolgimento degli organi interni può trarre beneficio da glucocorticoidi da soli o in combinazione con farmaci che sopprimono il sistema immunitario (immunosoppressori).

 

 

 

 

Leggi anche:

Anticorpi antinucleo ANA, cosa sono?

Lupus, sintomi e diagnosi | MedicinaLive

Nefrite lupica | MedicinaLive

Lupus eritematoso sistemico | MedicinaLive

 

 

 

Photo Credits | ibreakstock / Shutterstock.com