ANA anticorpi antinucleo, cosa sono?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Cosa sono gli ANA o Anticorpi Anti Nucleo che il medico può prescrivere di valutare con un semplice esame del sangue? A cosa servono? Cosa significa quando sono positivi? In genere questo test si prescrive quando si sospetta una malattia autoimmune.

Cosa sono gli Anticorpi Anti Nucleo?

Gli anticorpi sono proteine ​​che l’organismo produce fisiologicamente all’interno del sistema immunitario di cui sono dunque parte integrante e preziosa. Di norma il sistema immunitario risponde ad un’infezione con la produzione di un gran numero di anticorpi per combattere batteri o virus. Tuttavia, quando una persona ha una malattia autoimmune, si assiste ad una produzione abnorme di anticorpi, che inoltre sbagliano bersaglio: si rivolgono cioè contro alcune cellule dello stesso corpo umano danneggiandole: si parla dunque anche di autoanticorpi e l’infiammazione che deriva dalla loro azione può distruggere le cellule del sangue, della pelle, delle articolazioni, reni, polmoni, sistema nervoso e altri organi del corpo. Il test ANA identifica autoanticorpi che colpiscono le sostanze contenute all’interno delle cellule, nel nucleo. Sebbene il nome implichi il rilevamento degli anticorpi mirati al nucleo delle cellule, questo test può essere utilizzato anche per rilevare anticorpi diretti contro altre componenti cellulari, all’interno del citoplasma e fuori del nucleo. Poiché i sintomi delle malattie autoimmuni spesso variano da paziente a paziente, la diagnosi può essere molto difficile e non può prescindere da altre analisi e dalla visita clinica da parte di uno specialista in reumatologia ed immunologia.

 

Anticorpi Anti Nucleo (ANA) alti o bassi che significa?

Il test anticorpi anti-nucleo (ANA) si esegue attraverso una particolare colorazione degli stessi con diverse diluizioni. Tale diluizione è nota come “Titolo” per cui negli esami di laboratorio i risultati parleranno di un Titolo ANA per indicare le quantità di questi anticorpi nel sangue: più il titolo è alto dunque, maggiore è la presenza di anticorpi che dunque segnalano una presenza di sospetta diagnosi autoimmune. Tuttavia questo test è particolarmente sensibile e difficile da standardizzare tra un laboratorio all’altro, per cui si possono avere molti falsi positivi (il 5% circa). Un test ANA negativo, tende comunque ad escludere l’ipotesi di una malattia autoimmune.

 

 

Leggi anche:

Anticorpi tiroidei alti, che significa? | MedicinaLive

Malattia autoimmune | MedicinaLive

Anticorpi Antinucleo alti (ANA) quali malattie indicano?

 

Foto: Thinkstock

Fonte: Uptodate

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>