Alghe, 5 benefici del mangiarle

di Valentina Cervelli Commenta

Ecco 5 benefici del mangiare alghe. Sebbene il loro consumo sia tipico delle zone orientali del pianeta, grazie alla globalizzazione culinaria ed alla cucina giapponese il suo uso sta crescendo anche alle nostre latitudini. Scopriamone insieme di più.

1. Forniscono nutrienti importanti

Le alghe possono essere considerati parte della schiera dei superfood: quei cibi perfetti per la salute delle persone e per il funzionamento dell’organismo. Soprattutto per ciò che concerne i nutrienti, l’assorbimento degli stessi è facilitato dal fatto che sono messi a disposizione in forme molecolari più semplici da metabolizzare. Le alghe sono ricche di colina, iodio, acido folico ed acidi grassi omega 3.  Contengono inoltre ottime quantità di sodio, potassio, magnesio, calcio e vanadio, sostanza in grado di influenzare positivamente la produzione di insulina ed i livelli di glicemia.

2. Riducono le infiammazioni

Le alghe sono indicate anche per la lotta contro le infiammazioni. Questo è possibile grazie ai loro polisaccaridi solfati fucoidani. Studiati per la riduzione del dolore e dell’arteriosclerosi, essi vengono ricreati sinteticamente nei farmaci anticoagulanti: la loro forma naturale, va sottolineato, è priva di effetti collaterali.

3. Rinforzano il sistema immunitario

Ricche di antiossidanti le alghe hanno, tra le loro peculiarità, quelle di rafforzare il sistema immunitario grazie proprio alle proprietà antivirali dei suoi polisaccaridi. Essi agiscono sui processi relativi alla moltiplicazione del virus.

4. Aiutano la motilità intestinale

Non si assumono solo fibre si assumono se si consumano le alghe nel corso dei pasti. Le sostanze mucillaginose caratteristiche di questi vegetali marini rendono le alghe uno strumento valido contro la stitichezza aiutando a regolare le funzioni intestinali. Se si è alla ricerca di un blando lassativo naturale l’alga agar agar è perfetta allo scopo.

5. Combatte i livelli bassi di ferro

Le alghe possono aiutare la persona affetta da carenza di ferro ad assorbirne di più. Soprattutto se di varietà Dulse. Quest’alga rossa infatti è più ricca del suddetto minerale rispetto alle altre.

Photo Credit | Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>