Mangiare sano: Cibi IN e OUT per la salute d’estate (foto)

di Cinzia Iannaccio 0

Cibi IN e OUT per la salute d’estate? L’alimentazione estiva si presta ad essere salutare per il gran numero di frutta e verdura fresca a disposizione ed anche perché il caldo solitamente ci spinge a mangiare in modo più parco. Del resto l’organismo non richiede grassi per affrontare il freddo!  Purtroppo però in estate, soprattutto in vacanza è anche facile lasciarsi andare a quanto di più negativo ci possa essere dal punto di vista della salute: barbecue, cocktail in piscina, patatine e snack salati di ogni tipo e con tanto di salse, hot dog ed altro cibo spazzatura, birra ed alcol a volontà. Ci permettiamo dunque di proporvi una lista di cibi da evitare ed altri da scegliere in alternativa. Eccola.

Cottura al Barbecue

Il barbecue è un metodo di cottura non propriamente sano, in quanto, come è noto sviluppa tossine cancerogene sulla carne bruciata dalle fiamme. In più siamo abituati a cuocerci su salsicce, hamburger , costolette di suino e bisteccone convinti che il grasso si sciolga e vada via tra i fumi: pessimo pensiero perché è proprio questo che cola sulle fiamme ad alimentarle e a fare in modo che il cibo si bruci. Le soluzioni però ci sono e sono anche molto semplici, in modo da non rinunciare al classico barbecue, uno dei piaceri dell’estate per eccellenza! Intanto basta cambiare il tipo di cibo: carne bianca come il petto di pollo (senza pelle), il pesce o anche le verdure ed addirittura la frutta grigliata sembrano sprigionare queste tossine in quantità nettamente minori, soprattutto a causa della non presenza di grasso.

In alternativa un consiglio è quello di fare piccole porzioni (la carne fina, battuta) dopo aver tolto il grasso in eccesso e mettere i carboni fiammanti in circolo, lasciando vuoto lo spazio al centro all’altezza del quale può essere messa la carne o qualunque altro alimento da cuocere sulla griglia. Alcuni chef suggeriscono per la carne più spessa anche un breve passaggio di precottura nel microonde. La carne grassa infine andrebbe evitata a priori proprio per le calorie ed i grassi (oltre che le proteine) animali che contiene. Wustel (hot dog), hamburger e salsicce molto spesso contengono anche grandi quantità di sodio, non buono per chi soffre di ipertensione.

Insalate

Le insalate sono un altro dei piaceri d’estate: ben vengano quelle all’italiana con olio ed aceto o limone, ricche di verdure miste, con pomodori, carote, cipolline, cetrioli, o anche quelle di patate, eccetera. Si tratta di alimenti freschi ricchi di fibre e di sostanze nutritive. Un’attenzione particolare va ai condimenti pronti che a volte si aggiungono specie in estate ed in vacanza per fare in modo di realizzare un “piatto unico”,come le scatolette di mais, tonno, carne in gelatina e similari, ricchi di conservanti e quantità eccessive di sodio (sempre per chi tende alla pressione alta). Da bandire l’aggiunta di maionese ed altre salse: sono ricche di grassi ed aggiungono molte calorie senza sostanza. E questo è particolarmente valido per ricette come l’insalata di riso.

Fritture

Sono un’appassionata di frittura, lo confesso, ma non me ne concedo mai più di una ogni due- tre mesi perché so quanto può essere pericolosa: come la brace, anche questo tipo di cottura è in grado di sviluppare sostanze cancerogene di cui faccio volentieri a meno. La tentazione in vacanza c’è, soprattutto se si va a cena fuori o si tende ad andare a delle fiere, ma in tal caso va ricordata anche la qualità dell’olio di cottura: se proprio si deve fare uno strappo alla regola è meglio farlo in casa sapendo cosa si usa. Ma voglio riportarvi anche un esempio che da sempre mi fa una mia amica americana circa il pollo fritto, negli States molto apprezzato: un petto di pollo impanato e fritto comporta l’assunzione minima di 360 calorie e 21 grammi di grasso, mentre lo stesso cibo cotto alla brace (senza sfiammarlo) e marinato di spezie è altrettanto buono e comporta 170 calorie e solo 7 grammi di grassi. Ecco, se penso alla linea mi viene più facile rinunciare e a voi?

Gelato e Dessert

Vogliamo parlare del gelato? E’ un buon sostituto del pranzo o della cena, ma va considerato tale e non un desser in aggiunta. Va preferito artigianale e alla frutta: corrisponde a circa 380 calorie e 22 gr. di grassi. Se si parla di gelato al cioccolato o alle creme con tanto di biscotto, cialde, nocciole si può salire addirittura a 720 calorie e 30 gr. di grassi. Insomma non si può e non si deve rinunciare al gelato, è un piacere del palato, ma mantenere la linea, il peso, e la circonferenza addominale entro i limiti significa prevenire numerose malattie come l’obesità, l’ipertensione, l’ictus, il diabete e le malattie cardiovascolari. Un ghiacciolo alla frutta ad esempio è tutt’altro che grasso e calorico, come pure un sorbetto. Lo stesso dicasi per un qualunque altro dessert con la frutta, se ne possono fare un’infinità sotto le 150 calorie, basti pensare alla macedonia, magari anche con una pallina di gelato sopra. O basta usare lo yogurt e le fragole inoltre per fare una buona e sana torta.

Bevande

Quante bevande alcoliche assaporiamo d’estate? Troppe. Un abuso di alcol non è mai salutare, di recente abbiamo visto anche come renda anche la pelle brutta. L’alcol con il caldo inoltre favorisce la disidratazione, una condizione molto pericolosa. Ma queste bevande estive, cocktail con l’ombrellino in primis, sono anche piene di zuccheri seppur non necessariamente alcoliche. Torniamo a parlare di calorie?

  • Una piña colada comporta un’assunzione di 245-490 calorie,
  • un daiquiri 300-800 calorie,
  • un Long Island Iced tea più di 520 calorie.

Il vino è alcolico, ma di sicuro è meno problematico per la linea, come pure la birra. Ma questo non basta. Il problema infatti è anche di tutte le bevande analcoliche che si tende a bere ghiacciate ed in quantità industriali in estate, come anche un’aranciata, la coca cola (meno male che c’è anche quella a zero calorie) il tè freddo, Energy drink e company. A tal punto, perché non provare direttamente un succo di frutta puro? O della buona e semplice acqua minerale? Non c’è nulla che mi disseti di più e bisogna ricordarsi che d’estate è importante bere, per idratarsi.

Leggi anche:

Foto: thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>