Diete basate su intolleranze alimentari, una bufala

di Valentina Cervelli Commenta

Le diete basate sulle intolleranze alimentari sono più efficaci? No si tratta di una bufala. Su questo tema mettono il punto la Società di Italiana di Diabetologia e diverse altre associazioni di nutrizionisti e dietisti italiani. E’ necessario fare corretta informazione, sottolineano con il loro intervento, se si vogliono approcciare in modo esatto obesità e sovrappeso.

Quello che la SID lancia è un vero e proprio allarme: come possibile curare una simile condizione se si parte “svantaggiati” a causa della sbagliata informazione che viene data? Sovrappeso ed obesità non sono conseguenze di un’allergia di cui si è vittime o di un’intolleranza alimentare. Se si vuole perdere peso bisogna verificare la presenza o meno di patologie ormonali o non che possono avere un’influenza sullo stato di obesità o sovrappeso e attuare di concerto con degli specialisti un regime dietetico e di attività fisica adeguato alle condizioni di salute della persona.

Il problema, spiegano dall’associazione di esperti, è che negli ultimi anni in rete soprattutto, vi è stato un vero e proprio boom di diete restrittive e poco equilibrate, basate su test diagnostici per le intolleranze alimentari, che purtroppo non hanno riscontri scientifici di validità sul funzionamento. Esami elettrodermici o basati sulla frequenza cardiaca e l’iridiologia, non sono supportati da evidenze certe. Ed è proprio per questo che gli specialisti hanno deciso di far sentire la propria voce in un documento congiunto. Scrive Rosalba Giacco, che ne ha curato la redazione:

Non esiste alcune legame tra eventuali allergie alimentari e sovrappeso, e non esistono prove scientifiche in grado di validare gli strumenti di “diagnosi” spesso utilizzati per sostenere il nesso tra intolleranze e obesità. Tali metodologie diagnostiche, come ad esempio il dosaggio degli anticorpi IgG4 alimento-specifici non sono infatti riconosciute dalla letteratura scientifica. La positività di questo test non indica infatti una condizione di allergia o intolleranza alimentare, ma una semplice risposta fisiologica del sistema immunitario all’esposizione ai componenti presenti negli alimenti.

Se si vuole dimagrire è bene seguire i consigli di coloro che sono specializzati, non ciò che in un determinato momento fa tendenza.

Potrebbero interessarti:

Fonte | SID

Photo Credit | Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>