Disfunzione erettile:combatterla con i pistacchi

di Valentina Cervelli 4

 Una panacea ai maggiori disturbi sessuali di competenza maschile? Potrebbe essere riscontrata nel consumo dei pistacchi. Anche in merito alle disfunzioni dell’apparato genitale la ricerca fa passi da gigante. Ora l’aiuto ai problemi di erezione potrebbe venire dal pistacchio. Questo particolare frutto secco potrebbe trovare utilizzo in sostituzione a terapie farmacologiche di una certa rilevanza come il Viagra.

Per un uomo riuscire a mantenere l’erezione nel corso di un rapporto sessuale è importante ed il fatto di poter contare su un alimento così diffuso e conosciuto rappresenta davvero un passo in avanti. Lo studio è di proporzioni contenute rispetto ai normali studi che correlano patologie ed alimentazione, ma nonostante ciò sembra aver attirato su di sé l’attenzione dei maggiori esperti.

Sono stati gli scienziati turchi, coordinati dal ricercatore M. Aldemir ad aver scoperto come il pistacchio possa essere uno strumento efficace per combattere i problemi di erezione. La sperimentazione condotta in Turchia ha preso in considerazione un gruppo di 12 uomini sposati, tutti con diagnosi di disfunzione erettile da oltre un anno. Nel corso del periodo di studio,  durato circa tre settimane, i volontari sono stati invitati a consumare 100 grammi di pistacchi giornalieri.

In seguito all’assunzione di questo cibo gli uomini hanno poi riportato ai ricercatori le loro esperienze per una analisi più serrata.  Si è scoperto, incrociando i dati, come coloro che avevano mangiato i pistacchi avessero archiviato a loro favore dei benefici nella propria vita sessuale con un calo di problemi di erezione ed impotenza. I risultati dello studio, pubblicati su International Journal of Impotence Research sembrano rappresentare un piccolo traguardo tangibile, fermo restando la richiesta stessa dei ricercatori di approfondire il tema in modo più capillare ed esteso.

Essenzialmente i pistacchi sono una fonte ottimale di proteine e fibre e sostanze antiossidanti. Come noto quest’ultime sono in grado di apportare numerosi benefici al nostro organismo. Non è da escludere quindi che sia proprio un antiossidante contenuto nei pistacchi ad effettuare il “miracolo”.

Articoli Correlati:

Disfunzione erettile, la scheda

Disfunzione erettile, nove cose da sapere

Fonte: IJIR

Commenti (4)

  1. gustando solo i pistacchi di bronte…..!!!

  2. Tutti parlano genericamente di 100 gr. al giorno per 3 settimane, una cura di 2100 grammi. Se al mercato peso 2100 gr.di pistacchi ancora col guscio che non si mangia, una volta sbucciati mi ritrovo la metà del peso in bucce e l’ altra metà in semi. Visto la differenza che non è per niente trascurabile bisognerebbe fare chiarezza. Per mangiare effettivamente 100 gr. bisogna avere 200 gr. da sbucciare, altrimenti ne mangi solo 50 gr.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>