Mamma a 57 anni: partorisce due gemelle

di Valentina Cervelli 3

La sua gravidanza è una di quelle notizie che porterà a discutere, ma la donna è felice: le sue bambine sono venute alla luce presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. Lei ha 57 anni ed è una dottoressa, quindi conscia di rischi e possibili complicanze . Una gravidanza difficile, a causa delle sue condizioni fisiche e per quelle delle bambine. Una nascita che avviene quasi in contemporanea alla storia di cronaca che vuole una bambina tolta ai genitori perché troppo anziani.

Questa però è una storia di medicina risoltasi, per il momento, in maniera positiva. La donna non cede alle polemiche, raccontando la sua felicità di essere arrivata a raggiungere lo scopo della sua vita, quello di diventare madre. Sposata con un collega, la neomamma, per via della sua professione sapeva benissimo a cosa poteva andare incontro. Una delle due bimbe, Adriana Cristina, pesa un chilo e 360 grammi ed ha ancora bisogno di assistenza respiratoria ; Karola Pia, dal peso di 2 chili è al contrario in ottime condizioni.

La donna ha dovuto combattere con diverse patologie: ipertensione, diabete e la formazione di un grande fibroma. Le sue bambine poi, alla trentesima settimana hanno subito la fusione delle due placente, con il conseguente maggiore afflusso di sangue e nutrienti ad una delle due gemelle a discapito dell’altra.

La neo mamma, felice spiega di aver coronato il sogno della sua vita. Raffaele Petta, il medico del reparto “Gravidanze a rischio” del nosocomio dove la donna è ricoverata spiega:

Considerata l’età avanzata della signora si tratta di un evento straordinario che ha pochissimi riscontri. L’eccezionalità della gravidanza ha richiesto, infatti, particolare assistenza, ma alla fine tutto è andato per il meglio.

Quando si parla di gravidanze in tarda età la polemica è essenzialmente sempre la stessa: si tratta di un atto egoistico? Il nascituro avrà dei genitori anziani: sapranno affrontare l’impegno? Non ci si ferma mai a pensare all’allungamento delle aspettative di vita ed al fatto, impopolare ma veritiero, che nella maggior parte dei casi, per una donna, il concepimento è il punto più alto della propria esistenza. Qui su Medicina Live abbiamo aperto un sondaggio: fateci sapere cosa pensate su questo tema: la mamma “anziana” è un problema? A voi la parola.

Articoli Correlati:

Mamme over 40: esami da fare e rischi maggiori

Madre a 58 anni grazie a fecondazione assistita

Innalzata l’età per la fecondazione assistita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>