Obesità: biglietto aereo più costoso per combatterla?

di Salvina 3

Le persone obese consumano troppa energia. Per questo motivo negli Stati Uniti è stata proposta, fra l’altro, l’introduzione di un sovrapprezzo sul biglietto aereo per le persone con più di qualche chilo di troppo. Una provocazione probabilmente, dettata dalla necessità di arginare il fenomeno obesità in un paese che ha visto aumentare il peso medio pro capite della popolazione di 4,5 kg nel corso degli anni novanta con il conseguente aumento del consumo di gasolio per gli spostamenti di 1324,75 milioni di litri all’anno.

Gli esperti tuttavia sono già insorti bocciando la proposta. Fra le motivazioni addotte la violazione della privacy (il peso dovrebbe essere registrato direttamente al check in) e l’impossibilità di stabilire se il particolare caso di obesità eventualmente registrato dipenda da fattori ambientali come la sedentarietà e l’alimentazione scorretta, o da fattori genetici i quali, s’intende, prescindono dal controllo della persona.

Commenti (3)

  1. America? America?

    L’Alitalia ha fatto pagare DUE biglietti a mio padre perchè è obeso. Ma stiamo scherzando? E solo perchè ha chiesto gentilmente di potersi sedere dove i sedili erano più larghi. Questa è pura follia. E’ discriminazione. E’ ferire la gente.

    Per non parlare poi degli atteggiamenti della gente superficiale nei confronti di gente che ha problemi di peso.

    Sono indignatissima.

    1. hai ragione, ma come dici tu, si tratta di gente superficiale, bisogna essere forti e non farsi ferire da commenti di gente simile. Le compagnie aeree non sempre hanno rispetto dei clienti… malgrado i prezzi anche di un singolo biglietto, soprattutto dell’Alitalia, siano già di per sè abbastanza esosi… verrebbe da portarsi una sedia da casa per stare più comodi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>