Cellulite in gravidanza: i prodotti che si possono usare ed altri consigli utili

di Tippi Commenta

Molte donne, durante la gravidanza, si trovano a fare i conti non solo con i piedi gonfi o le nausee, ma anche con la comparsa della cellulite, un fenomeno tutt’altro che episodico per chi è in dolce attesa.

Sbarazzarsi di questo fastidioso inestetismo, non è certamente un’impresa facile, ma con i prodotti giusti e uno stile di vita corretto si può fare davvero molto. La cellulite, un inestetismo della pelle tipicamente femminile, può toccare le rotondette, così come le cosiddette magre, ma, ahinoi, l’aumento repentino di peso, il maggior ristagno di liquidi, e la vita sedentaria tipica degli ultimi mesi di gestazione, di certo non sono d’aiuto. Tuttavia, non bisogna lasciarsi andare, e anche se può essere imbarazzate, bastano, infatti, seguire alcuni accorgimenti per evitare di ritrovarsi con la pelle a “materasso”.

Consigli contro la cellulite in gravidanza

  • seguire un regime alimentare corretto;
  • evitare le cattive abitudini: NO all’eccesso di grassi, NO alle gambe accavallate, NO alle scarpe con i tacchi troppo alte o troppo basse, NO al fumo;
  • bere 1,5 litro o 2 l di acqua oligominerale naturale con un basso residuo fisso per favorire la depurazione dell’organismo e ridurre il gonfiore;
  • fare movimento fisico (se non si hanno problemi di salute): SI alle camminate, SI alla cyclette, SI alla piscina;
  • mangiare cereali integrali, frutta, carni bianche, pesce e verdure condite in modo leggero, da consumare con moderazione, invece, i latticini, gli zuccheri semplici e il sale.

Prodotti e trattamenti contro la cellulite in gravidanza

  • Massaggio anti-cellulite specifico per la gravidanza: si tratta di un trattamento in grado di stimolare la circolazione sanguigna e linfatica, sciogliendo i depositi di grasso, e riducendo la comparsa della cellulite.
  • Prodotti cosmetici anti-cellulite: in commercio, esistono diversi prodotti, alcuni utile per contrastare il gonfiore, altri dall’effetto drenante, ma bisogna fare attenzione, perché i principi attivi contenuti nei cosmetici vengono assorbiti dalla pelle e possono entrare in contatto con il feto. La soluzione migliore, perciò, è usarli dopo il parto, per cicli di 1-2 mesi più volte l’anno, e in caso di cellulite estesa è meglio sentire il parere di un ginecologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>