Ormone della crescita: deficit e punto della situazione

di Valentina Cervelli Commenta

Il 26 maggio si celebrerà la Giornata Nazionale di sensibilizzazione sull’ormone della crescita e sull’impatto che il deficit di questa sostanza prodotta naturalmente dal nostro corpo ha sull’organismo. Un’occasione per comprendere meglio le disfunzioni endocrine ed i problemi ad esse correlate.

In particolare a Sorrento è in corso il meeting “Living Innovation in Metabolic Endocrinology”, un incontro nel quale gli esperti del settore si sono riuniti per fare il punto sulla situazione delle cure attualmente disponibili per approcciare il problema del deficit di ormone della crescita. Questa patologia, conosciuta come GHD, Growth Hormone Deficiency, può essere affrontata attraverso la somministrazione dell’ormone per via chimica, in modo tale da migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Affinché questi ultimi però possano contare su una terapia valida, è necessaria non solo una costante supervisione da parte dei genitori, ma anche l’utilizzo di dispositivi che possano rendere i piccoli malati il più possibile indipendenti. Attualmente il mezzo più adatto a rispondere a queste necessità è “Easypod”, un sistema di auto-iniezione elettronica unico nel suo genere che consente di evitare dosaggi sbagliati sia in eccesso che in difetto e che consente, tra l’altro, un controllo dei costi da parte del Sistema Sanitario Nazionale. Commenta la dott. Mariacarolina Salerno, Responsabile del Settore di Endocrinologia Pediatrica dell’Università degli Studi Federico II di Napoli:

Il riconoscimento precoce del Deficit di GH ed una tempestiva terapia sono fondamentali per consentire ai piccoli pazienti di raggiungere una statura adulta adeguata al loro potenziale familiare . La terapia del deficit di GH consiste in somministrazioni quotidiane di ormone della crescita ricombinante per via sottocutanea e va proseguita almeno fino al completamento della crescita staturale e, nel caso di deficit severo, anche in età adulta.

Gli esperti che si sono riuniti in Campania hanno potuto nel corso delle giornate venire anche a contatto con le nuove terapie messe a punto dai ricercatori per combattere il deficit dell’ormone della crescita: tra quelle viste con maggiore attenzione vi era la nuova formulazione di somatropina ricombinante in soluzione iniettabile, facilmente utilizzabile con il dispensatore sopracitato. Ricordiamo che il deficit di GH è una delle causa più diffuse di bassa statura in età pediatrica a causa del malfunzionamento della ghiandola ipofisiaria.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>