Tiroide, 5 falsi miti

di Valentina Cervelli Commenta

Quando si parla di tiroide spesso non vi è molta chiarezza: le persone tendono a credere a falsi miti che è bene sfatare una volta per tutte. Facciamolo in questa occasione chiamando in causa quelli più comuni, sottolineando che possono essere di vario tipo le cause di patologie legate a questo organo.

tiroide 5 falsi miti

1. Ci si accorge sempre di avere problemi alla tiroide

Non è vero che ci si accorge sempre di essere affetti da disturbi a carico della tiroide. I sintomi legati a problemi che la riguardano possono essere comuni a moltissime altre malattie: fatica estrema, annebbiamento mentale, ansia, palpitazioni, pelle secca e ipertensione sono solo alcuni esempi. Soprattutto nelle donne essi diventano talvolta difficili da riconoscere per via possibile coesistenza di altre patologie ormonali.

2. Sono solo a carico delle donne anziane

I disturbi della tiroide non sono solo tipici delle donne entrate in menopausa. Esse possono colpire indistintamente uomini e donne di qualsiasi età. Anche se effettivamente a livello statistico il sesso femminile mostra di avere una percentuale più alta di sviluppo di casi.

3. Assumere tanto iodio fa funzionare meglio la tiroide

Al contrario di quel che si pensa, un eccesso di iodio non fa funzionare meglio la tiroide ma può portare l’organo ad ammalarsi. E questo è valido sia se si consumano degli integratori di questo minerale sia se si consumano eccessive quantità di alghe.

4. Celiachia causa problemi alla tiroide

Celiachia o ipersensibilità al glutine non favoriscono la nascita di problemi alla tiroide. Così come l’astenersi dal consumare cibi che contengono questa proteina non aiuta a trattare tali disturbi. Si tratta di differenti patologie scatenate da motivazioni differenti, anche se la celiachia spesso può essere incontrata in coloro che soffrono di tiroidite di Hashimoto.

5. Stare a testa in giù aiuta a guarire

Secondo alcune discipline yoga, assumere delle posizioni specifiche a testa in giù aiuterebbe a combattere i disturbi della tiroide. Questo è incorretto: è vero che eseguire alcune di queste posizioni favoriscano una sensazione di benessere nella persona che le esegue.

Potrebbero interessarti:

Nodulo alla tiroide: freddo, caldo, vascolarizzato, o solido, quale è la differenza?

I noduli alla tiroide sono pericolosi? Quali sintomi?

Fonte | Health

Photo Credit | Thinkstock