Cellulite, una malattia da prevenire e curare: dieta e rimedi naturali

di Cinzia Iannaccio Commenta

 Con il termine comune di cellulite si intende una vera e propria patologia: la Panniculopatia Edemo Fibro Sclerotica, ovvero quel sistema complesso di alterazione delle cellule del derma (ed ipoderma, la parte più interna della cute) che comporta un aumento del volume delle cellule adipose (ovvero del grasso) e conseguentemente un accumulo di liquidi negli spazi intercellulari. Da qui il caratteristico aspetto ondulato della pelle, anche definito “a buccia d’arancia”. Tale situazione cutanea colpisce il 90 % delle donne, a tutte le età. Le cause sono diverse, numerose, di sicuro giocano un ruolo determinante gli estrogeni, ma non solo. Esiste una predisposizione genetica, problemi di circolazione sanguigna, disturbi endocrini o difetti posturali. L’alimentazione rimane infine determinante anche se in genere esistono più fattori scatenanti.

Ecco allora che una dieta equilibrata, sana, ricca di frutta, verdura, fibre e liquidi, povera di grassi, sale, zuccheri e più in generale il controllo dei chili in eccesso sono un ottimo punto di partenza per la prevenzione. Vanno banditi il fumo di sigaretta e gli alcolici che agiscono negativamente sulla microcircolazione ed occorre impegnarsi in una attività motoria moderata ma costante. I rimedi naturali ed alternativi sono numerosi in questo caso: basta pensare alle tante piante officinali utili per combattere questo inestetismo cutaneo che nel 90% dei casi si concentra su glutei, cosce, gambe e pancia. Parliamo ad esempio del Rusco, della Centella Asiatica, della Vite Rossa e dell’Amamelide, capaci di stimolare il microcircolo, e favorire il ritorno venoso. Sono le stesse sostanze utili anche per contrastare il gonfiore delle gambe in questi primi periodi di caldo. In più per la cellulite sono importanti anche altri principi attivi naturali, come quelli dell’Ananas o del Tarassaco, depurativi, che combattono la ritenzione idrica, o le alghe marine che invece tendono a sciogliere i grassi. Il tutto può essere assunto tramite tisane , integratori o applicato con delicati massaggi (che pure stimolano la circolazione sanguigna) partendo dal basso e salendo verso l’altro.

Queste pratiche sono però pressoché inutili se non si inseriscono nel corretto stile di vita. Un ultimo consiglio? Uno specialista delle vene (angiologo) o della cute (dermatologo), dopo una visita medica potranno consigliarvi le terapie, i rimedi naturali e le tecniche più adatte a voi, accertandosi che non vi siano rischi per la vostra salute!

Articoli correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>