Contro l’insufficienza venosa i rimedi naturali

di Tippi Commenta

L’insufficienza venosa è un disturbo della circolazione sanguigna, che si manifesta con la compara di vene ingrossate e bluastre, soprattutto sotto la pelle delle gambe, a causa, appunto, del ristagno di sangue. Diversi sono i fattori di rischio, dall’età avanzata alla gravidanza, dal sovrappeso alla ritenzione idrica, ma anche lo svolgimento di un lavoro che costringe a stare molte ore in piedi.

L’insufficienza venosa è una malattia tipicamente femminile, non senza conseguenze anche gravi. Se non trattata in modo adeguato, infatti, può portare alla trombosi venosa. I sintomi sono quelli classici, crampi, a volte dolorosi, senso di pesantezza alle gambe, formicolio, e gonfiore a caviglie e piedi.

Per alleviare i sintomi dell’insufficienza venosa, la natura può darci una mano. Le piante di ippocastano, sorbo domestico sono alleate preziose per le nostre gambe, un’arma di seduzione a cui una donna non può proprio rinunciare!

L’ippocastano è una pianta da sempre impiegata in fitoterapia per la sua azione protettiva sui vasi venosi. Grazie ai suoi principi attivi, l’escina (lo stesso contenuto anche in Somatoline) e l’esculoside, assolve ad una duplice funzione, anti-edema, poiché favorisce il riassorbimento dei liquidi, e vaso-costrittiva, aumentando la resistenza dei vasi. L’estratto secco titolato in escina deve essere minimo al 3%.

Del sorbo domestico, un albero i cui frutti sono molto simili alle mele, si impiegano in fitoterapia le gemme, che hanno elevate proprietà astringenti, diuretiche, e antinfiammatorie. Ottimo il macerato glicerico, da assumere nella misura di 20 a 35 gocce 3 volte al giorno in poca acqua.

La cura è senza dubbio importante, ma la prevenzione lo è ancora di più. Per combattere il problema dell’insufficienza venosa, infatti, è bene osservare delle piccole regole: non indossare sempre le scarpe con i tacchi, ma alternarle a calzature più comode, evitare gli abiti e i collant troppo contentivi, fare movimento, mantenere il proprio peso forma ed evitare le fonti di calore.

Photo Credits|ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>