Allattamento al seno a richiesta, 5 benefici

di Ma.Ma. Commenta

L’allattamento al seno a richiesta è consigliabile nelle prime tre settimane di vita del neonato e così consigliano generalmente i pediatri. Con questo termine significa non dare orari rigidi alle poppate e affidarsi proprio al desiderio del neonato che, quando ha fame, lo farà capire. Quali sono i benefici dell’allattamento al seno a richiesta?

1. Calma il piccolo

Uno dei vantaggi dell’allattamento al seno a richiesta è quello che calma molto il neonato. Allattare al seno a richiesta non vizia il bambino, come si è sempre pensato, piuttosto lo rassicura sul fatto che la mamma è sempre lì con lui, in qualsiasi momento del giorno e della notte.

2. Rilassa la mamma

Oltre che calmare il piccolo, la possibilità di allattare al seno in diversi momenti della giornata calma anche la mamma. Le prime settimane di vita del neonato sono sempre difficili per le neo mamma, alle prese con un vero e proprio stravolgimento. Il fatto di poter essere utile al piccolo, con il latte materno, ogni qualvolta lui ne ha bisogno, è un modo efficace per rilassare anche la mamma.

3. Rafforza le difese immunitarie del neonato

Il latte materno ha tra i tanti benefici quello di rafforzare le difese immunitarie del neonato. Le prime settimane di vita sono importantissime, ecco perché non bisogna “lesinare” sulla richiesta di latte da parte del piccolo.

4. Fa bene alla dentatura

La suzione del seno della mamma porta a un conseguente miglior sviluppo della struttura mandibolare del bambino e delle sue arcate dentarie: ad affermarlo alcuni studi scientifici.

5. Aumenta la produzione di latte

Specie nei primi giorni, è importante che il neonato si attacchi al seno della mamma: questo comporta un aumento della produzione di latte perché la stimolazione del capezzolo fa sì che l’organismo sia “chiamato” alla lattazione.

Ti potrebbe interessare anche:

ALLATTAMENTO AL SENO, I CIBI DA EVITARE

ALLATTAMENTO AL SENO, 10 REGOLE DA SEGUIRE

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>