Infezioni del liquido amniotico e parto prematuro, un legame pericoloso

di Redazione 1


Stando ai risultati di uno studio della Stanford University School of Medicine, le infezioni del liquido amniotico sono molto più comuni e coinvolgono più specie batteriche di quanto si creda.

Gli studiosi statunitensi hanno infatti analizzato alcuni campioni di liquido amniotico prelevato da 166 donne che rischiavano dare alla luce i propri bambini prima del tempo previsto, 113 delle quali hanno poi partorito.

Attraverso le analisi, condotte mediante la tecnica denominata PCR (Reazione di polimerizzazione a catena), più sensibile della tradizionale coltura batterica, hanno rinvenuto 25 campioni infetti da batteri o da funghi, tutti appartenenti a donne che avevano partorito prematuramente.

Inoltre, più massiccia era l’infezione più alto era il rischio che il bambino venisse alla luce intorno alla 25 settimana di gestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>