Acidosi respiratoria

di Marco Mancini Commenta

Acidosi respiratoria

L’acidosi respiratoria è una condizione che si verifica quando dai polmoni non è possibile rimuovere tutta l’anidride carbonica che il corpo produce. Questo sconvolge l’equilibrio acido-base del corpo causando un’acidificazione dei fluidi corporei, soprattutto del sangue.

CAUSE: Le cause di acidosi respiratoria sono:

  • Malattie delle vie respiratorie (come l’asma e malattie polmonari ostruttive croniche), che inviano l’aria dentro e fuori i polmoni;
  • Malattie del torace (come la scoliosi), che rendono i polmoni meno efficienti nel riempimento e svuotamento;
  • Malattie che interessano i nervi e i muscoli che “segnalano” ai polmoni di gonfiarsi o sgonfiarsi;
  • Farmaci che inibiscono la respirazione (compresi i narcotici e calmanti come le benzodiazepine), soprattutto se combinati con l’alcool;
  • Grave obesità, che limita l’espansione dei polmoni.

L’acidosi cronica delle vie respiratorie si protrae per un lungo periodo di tempo. Questa porta ad una situazione stabile, perché i prodotti chimici nei reni aumentano, come il bicarbonato, che aiutano a ripristinare l’equilibrio acido-base del corpo. L’acidosi respiratoria acuta è una grave condizione in cui l’anidride carbonica si accumula molto rapidamente prima che i reni possano restituire al corpo uno stato di equilibrio.

SINTOMI: I sintomi possono includere:

  • Confusione;
  • Fatica;
  • Letargia;
  • Mancanza di fiato;
  • Sonnolenza.

DIAGNOSI: Gli esami saranno:

  • Emogasanalisi arteriosa (livelli delle misure di ossigeno e anidride carbonica nel sangue; nell’acidosi respiratoria il livello di biossido di carbonio è troppo alto);
  • Radiografia del torace;
  • Test di funzionalità polmonare.

TERAPIA: Il trattamento è finalizzato alla malattia polmonare, e può comprendere:

  • Farmaci broncodilatatori per invertire alcuni tipi di ostruzione delle vie aeree;
  • Ventilazione non invasiva a pressione positiva (a volte chiamata CPAP o BiPAP) o ventilazione meccanica in caso di necessità;
  • L’ossigeno, se il livello di ossigeno nel sangue è basso;
  • Il trattamento per smettere di fumare.

PROGNOSI: La guarigione dipende dalla malattia che causa l’acidosi respiratoria. Possibili complicazioni possono essere:

  • Scarsa funzione degli organi;
  • Insufficienza respiratoria;
  • Shock.

Contattare un medico immediatamente se si hanno i sintomi di questa condizione. E’ una situazione di emergenza medica. Chiamate il vostro medico se si hanno i sintomi di una malattia polmonare.

PREVENZIONE: Non fumare. Fumare porta allo sviluppo di molte malattie polmonari gravi che possono causare l’acidosi respiratoria. Perdere peso può aiutare a prevenire l’acidosi respiratoria a causa dell’obesità (sindrome obesità-ipoventilazione). Pensaci bene prima di prendere farmaci sedativi, e mai combinare questi con l’alcool.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>