Anemia emolitica autoimmune idiopatica

di Marco Mancini 1

Anemia emolitica autoimmune idiopatica

L’anemia emolitica autoimmune idiopatica è una diminuzione del numero dei globuli rossi a causa della distruzione del sistema immunitario.

CAUSE: L’anemia emolitica autoimmune idiopatica è una malattia acquisita che si verifica quando gli anticorpi combattono contro la formazione dei globuli bianchi nelle cellule nel sangue. Nella forma idiopatica di questa malattia, la causa è sconosciuta, e si tratta della metà delle anemie emolitiche immuni.

Ci sono altri tipi di anemie emolitiche immuni in cui la causa può derivare da una malattia di base o da farmaci. La malattia può iniziare precocemente ed essere molto grave. I fattori di rischio non sono noti.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Urine scure;
  • Ingrossamento della milza;
  • Fatica;
  • Pallore;
  • Tachicardia;
  • Mancanza di respiro;
  • Ittero.

DIAGNOSI: Gli esami da effettuare saranno:

  • Test di Coombs diretto;
  • Emoglobina nelle urine;
  • Test di Coombs indiretto;
  • Conta dei globuli rossi e siero emoglobina;
  • Reticolociti;
  • Livelli sierici di bilirubina;
  • Aptoglobina sierica.

TERAPIA: La prima terapia tentata di solito è un farmaco steroide, come il prednisone. Se i farmaci steroidei non migliorano la condizione, la rimozione della milza (splenectomia) può essere considerata. La terapia immunosoppressiva è di solito assegnata se la persona non risponde agli steroidi e alla splenectomia. I farmaci come azatioprina (Imuran), ciclofosfamide (Cytoxan), e rituximab (Rituxan) sono a volte utilizzati.

Le trasfusioni di sangue sono fatte con cautela, a causa della possibilità che il sangue possa non essere compatibile e possa causare emolisi ulteriore.

PROGNOSI: Gli adulti possono avere una malattia cronica e recidivante, ma nei bambini l’anemia è di solito di breve durata. Possibili complicazioni possono essere infezione e anemia grave.

Contattare un medico se si notano i sintomi dell’anemia.

PREVENZIONE: Non c’è prevenzione nota per l’anemia emolitica autoimmune idiopatica, perché la causa è sconosciuta.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>