Cheratocono

di Marco Mancini 1

Cheratocono

Il cheratocono è un deterioramento della struttura della cornea con graduali sporgenze dalla forma normale rotonda ad una forma di cono.

CAUSE: La causa è sconosciuta. Il cheratocono è più comune nei portatori di lenti a contatto e nelle persone miopi. Alcuni ricercatori ritengono che possa essere una reazione allergica.

SINTOMI: Questa condizione provoca una riduzione dell’acuità visiva. Il primo sintomo è un leggero offuscamento della vista che non può essere corretto con gli occhiali. La vista può essere generalmente corretta a 20/20 con le lenti a contatto gas permeabili.

DIAGNOSI: Il cheratocono è spesso scoperto durante l’adolescenza. Di solito può essere diagnosticato con l’esame della lampada a fessura della cornea. Casi precoci possono richiedere un test chiamato topografia corneale, che crea una mappa della curvatura della cornea. Quando il cheratocono è avanzato, la cornea può essere più sottile in alcune aree. Questo può essere misurato con un test chiamato pachimetria.

TERAPIA: Le lenti a contatto sono il trattamento primario e soddisfacente per la maggior parte dei pazienti. I casi gravi possono richiedere il trapianto di cornea. Nuove tecnologie possono utilizzare la radiofrequenza ad alta energia. Questa energia restringe i bordi della cornea che riporta l’area ad una forma più normale. Essa può aiutare a ritardare o evitare la necessità di un trapianto di cornea.

PROGNOSI: Nella maggior parte dei casi, la vista può essere corretta con le lenti a contatto. Il trapianto di cornea, quando è necessario, ha generalmente buoni risultati dopo un lungo periodo di recupero. I pazienti affetti da cheratocono non dovrebbero sottoporsi a correzione laser.

Contattare un medico all’esordio dei sintomi perché i giovani, la cui vista non può essere corretta a 20/20 con gli occhiali, dovrebbero essere valutati da uno specialista.

PREVENZIONE: Non ci sono misure preventive. Alcuni specialisti ritengono che i pazienti con cheratocono dovrebbero avere un trattamento aggressivo contro l’allergia oculare e dovrebbero imparare a non strofinare gli occhi.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>