Distrofia maculare giovanile

di Marco Mancini Commenta

Distrofia maculare giovanile

La distrofia maculare giovanile è simile a degenerazione maculare, una condizione che colpisce gli anziani. La macula è situata nella parte posteriore dell’occhio al centro della retina. Ci permette di vedere ciò che è direttamente di fronte a noi e ci permette anche di vedere i dettagli. Quindi gioca un ruolo vitale per aiutarci a leggere, scrivere ed eseguire altre operazioni dettagliate. Essa ci permette anche di riconoscere volti e vedere i colori. Quando la distrofia maculare si verifica, le cellule sensibili alla luce al centro della macula vengono danneggiate, ed il malfunzionamento le porta a morire. Ciò si traduce in una vista centrale sempre più sfumata, mentre la vista periferica resta chiara.

CAUSE: I diversi tipi di distrofia maculare giovanile sono causati da mutazioni genetiche che sono ereditate in molti modi diversi. La forma più comune è la malattia di Stargardt, che presenta di solito la riduzione della vista centrale, entro i primi 20 anni di vita. La seconda forma più comune di distrofia maculare giovanile è malattia di Best. Di solito è identificata durante l’infanzia o l’adolescenza e non sempre colpisce gli occhi allo stesso modo. A volte una buona vista centrale può rimanere in un occhio solo.

SINTOMI: La vista centrale diventa sfocata con sintomi simili al guardare una fotografia sbiadita. Questa perdita della vista centrale rende difficile vedere ciò che è direttamente di fronte a chi è colpito, e rende la lettura, la scrittura, il riconoscimento dei volti e i compiti più complicati molto più difficili. La vista periferica resta chiara, quindi una persona con distrofia maculare giovanile non sviluppa la cecità totale. Non c’è dolore o arrossamento degli occhi.

TERAPIA: La distrofia maculare giovanile non può essere curata, ma l’illuminazione supplementare e ingranditori possono contribuire ad alleviarne i sintomi. È importante proteggere gli occhi mangiando in modo sano ed evitando l’esposizione alla luce ultravioletta.

[Fonte: BBC]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.