Granuloma da piscina

di Marco Mancini 2

Granuloma da piscina

Il granuloma da piscina è un’infezione cronica della pelle causata dal batterio Mycobacterium marinum.

CAUSE: La condizione si manifesta quando l’acqua della piscina contiene un organismo infettivo, il Mycobacterium marinum, il quale entra in una lesione nella pelle. Una infezione localizzata chiamata granuloma compare dopo circa 3 settimane.

SINTOMI: La persona di solito è stata in piscine, vasche di acqua salata, o a contatto con acquari che contengono pesci d’oceano. Le lesioni appaiono come protuberanze rossastre (papule) che lentamente crescono in noduli violacei. I gomiti, le dita, dorso delle mani, e le ginocchia sono le sedi più comunemente colpite. I noduli possono rompersi e lasciare una ferita aperta, portando alla diffusione su tutto l’arto.

DIAGNOSI: Una biopsia della pelle e le analisi del sangue di solito sono necessarie per confermare la diagnosi. Un test cutaneo alla tubercolina PPD è generalmente positivo.

TERAPIA: Gli antibiotici sono usati per curare questa infezione. Diversi mesi di trattamento sono spesso necessari.

PROGNOSI: I granulomi da piscina possono solitamente essere guariti completamente con gli antibiotici. Possibili complicazioni possono essere delle infezioni alle giunture o alle ossa. I pazienti con un sistema immunitario indebolito possono anche avere decorsi più lunghi o più complicati.

Contattare un medico se si sviluppano protuberanze rossastre sulla pelle che non vanno via con il trattamento a casa.

PREVENZIONE: Evitare il contatto con l’acqua contaminata. Indossare guanti e lavare accuratamente gli acquari.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.