Ifema

di Marco Mancini 1

Ifema

L’ifema è un accumulo di sangue nella zona anteriore dell’occhio.

CAUSE: L’ifema di solito è causato da un trauma all’occhio. Altre cause di sanguinamento nella camera anteriore dell’occhio includono:

  • Anomalie dei vasi sanguigni;
  • Cancro dell’occhio;
  • Grave infiammazione dell’iride.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Emorragia nella parte anteriore dell’occhio;
  • Dolore agli occhi;
  • Sensibilità alla luce;
  • Anomalie della vista.

DIAGNOSI: Gli esami da effettuare saranno:

  • Esame dell’occhio;
  • Misurazione della pressione intraoculare (tonometria);
  • Test ad ultrasuoni.

TERAPIA: In alcuni casi lievi, non è necessario nessun trattamento. Il sangue viene assorbito in pochi giorni. Il medico può raccomandare il riposo a letto, una benda sull’occhio, e la sedazione per ridurre la probabilità di sanguinamento ricorrente. Il collirio per ridurre l’infiammazione o abbassare la pressione intraoculare può essere utilizzato, se necessario.

L’oculista può dover rimuovere il sangue, soprattutto se la pressione intraoculare è fortemente aumentata o il sangue è lento a riassorbirsi. Potrebbe essere necessario rimanere in ospedale.

PROGNOSI: Le possibilità di guarigione dipendono dalla quantità di lesioni agli occhi. I pazienti con anemia falciforme hanno più probabilità di avere complicanze oculari e devono essere monitorate con più attenzione. Una grave perdita della vista può accadere. Possibili complicazioni possono essere:

  • Glaucoma acuto;
  • Compromissione della vista;
  • Sanguinamento ricorrente.

Contattare un medico se si nota sangue nella parte anteriore dell’occhio o si ha una lesione traumatica dell’occhio. Avrete bisogno di una diagnosi tempestiva e un trattamento da un oculista.

PREVENZIONE: Molte delle lesioni agli occhi possono essere prevenute tramite l’uso di occhiali protettivi o altri mezzi di protezione adatti. Indossare sempre gli occhiali protettivi durante il gioco o gli sport di contatto come lo squash o altri in cui si può essere colpiti sull’occhio.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>