Infortunio al legamento crociato posteriore

di Marco Mancini 1

Infortunio al legamento crociato posteriore

L’infortunio al legamento crociato posteriore è un parziale o completo strappo o stiramento di qualsiasi parte del legamento crociato posteriore (LCP).

CAUSE: Il legamento crociato posteriore è un potente legamento che si estende dalla superficie superiore-posteriore della tibia fino alla superficie inferiore-anteriore del femore. Il legamento impedisce al ginocchio l’instabilità posteriore, ovvero l’instabilità nella parte posteriore dell’articolazione. Il PCL di solito si infortunia per iperestensione (stress del ginocchio), come una caduta goffa dopo il salto. Un’altra causa comune è il ginocchio flesso, come ad esempio dopo un incidente d’auto.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Gonfiore e mollezza nello spazio dietro il ginocchio (fossa poplitea);
  • Instabilità del ginocchio;
  • Dolore del ginocchio.

DIAGNOSI:  Il medico eseguirà un esame fisico per verificare eventuali segni di lesione. Questo include muovere il ginocchio in vari modi. Il medico può anche verificare la presenza di liquido nel ginocchio, il quale può mostrare sanguinamento articolare. La lesione del LCP può essere vista utilizzando i seguenti test:

  • Risonanza Magnetica del ginocchio;
  • Raggi-X del ginocchio

TERAPIA: Il trattamento iniziale comprende splintaggio (fissazione della zona), applicazione del ghiaccio, elevazione dell’articolazione al di sopra del livello del cuore e farmaci antinfiammatori non-steroidei (FANS) per il dolore. Limitare l’attività fisica fino a quando il gonfiore non diminuisce, il movimento non ridiventa normale e il dolore scompare. La terapia fisica dovrebbero essere utilizzata per recuperare la forza. Se la lesione avviene improvvisamente (acuta), o a causa di un alto livello di attività, la chirurgia può essere necessaria. Questa può essere sia artroscopia del ginocchio che la ricostruzione chirurgica “aperta”.

PROGNOSI: L’età ha effetto sul trattamento, i pazienti più giovani hanno maggiori probabilità di avere problemi senza intervento chirurgico, ed il riattacco può essere più difficile.

Contattare un medico se i sintomi della lesione si verificano o se si nota una maggiore instabilità del ginocchio, se il dolore o gonfiore ritornano dopo essersi inizialmente placati, se il danno non sembra guarire con il tempo, o se ci si reinfortunia.

PREVENZIONE: Utilizzare tecniche corrette di movimento durante lo sport o l’esercizio fisico. Molti casi non sono prevenibili.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.


  • giovanni

    Articolo ben fatto bravo