Linfoma cerebrale

di Marco Mancini Commenta

Linfoma cerebrale

Il linfoma cerebrale, o linfoma primario del cervello, è il cancro delle cellule linfatiche che inizia nel cervello.

CAUSE: La causa del linfoma primario del cervello non è nota. È più comune in età compresa tra i 45 e i 70 anni. I pazienti che hanno un sistema immunitario indebolito sono a maggior rischio di linfoma cerebrale. Le cause più comuni di un indebolimento del sistema immunitario sono HIV e i trapianti d’organo (in particolare i trapianti di cuore). Il linfoma è legato anche al virus di Epstein-Barr, quello che causa la mononucleosi. L’incidenza del linfoma al cervello è in aumento, ma è ancora relativamente raro.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Cambiamenti nel parlato;
  • Cambiamenti della vista;
  • Confusione;
  • Febbre;
  • Allucinazioni;
  • Mal di testa;
  • Intorpidimento a caldo, dolore a freddo;
  • Cambiamenti di personalità;
  • Epilessia;
  • Debolezza nelle mani;
  • Perdita di peso.

DIAGNOSI: I seguenti esami possono essere eseguiti per diagnosticare un linfoma primario del cervello:

  • Biopsia del cervello;
  • Conta delle cellule;
  • Proteina totale;
  • Tomografia Computerizzata o Risonanza Magnetica del capo.

TERAPIA: La condizione è di solito curata con i corticosteroidi. Tuttavia, la chemioterapia può aumentare la sopravvivenza di 3-4 anni, o più. La chemioterapia è di solito assegnata con alte dosi di metotrexato somministrato attraverso in via endovenosa o con puntura lombare.

Il trattamento di pazienti con sistema immunitario indebolito non ha successo, ma migliora i sintomi. La radioterapia era il principale trattamento per il linfoma primario del cervello. Ora è di solito riservata ai pazienti che non rispondono alla chemioterapia. Il trattamento con terapie multiple è comune.

PROGNOSI: La sopravvivenza dei linfomi non trattati è inferiore ai 2 mesi. Se curati con la chemioterapia, i pazienti spesso sopravvivono 3-4 anni o più. Circa il 40% dei pazienti sono vivi dopo 5 anni. In generale, i pazienti più anziani hanno una prospettiva di guarigione peggiore dei pazienti più giovani.

Possibili complicazioni includono:

  • Effetti collaterali della chemioterapia, come la bassa conta sanguigna;
  • Effetti collaterali delle radiazioni, come confusione, mal di testa, problemi del sistema nervoso e morte dei tessuti;
  • Ritorno del linfoma.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>