Malattia polmonare veno-occlusiva

di Marco Mancini Commenta

Malattia polmonare veno-occlusiva

La malattia polmonare veno-occlusiva è una forma estremamente rara di alta pressione sanguigna nella zona del polmone.

CAUSE: Nella maggior parte dei casi, la causa della malattia polmonare veno-occlusiva è sconosciuta. La condizione può essere collegata ad un’infezione virale. Si può verificare come complicanza di alcune malattie come il lupus, leucemia, linfoma, chemioterapia o trapianto di midollo osseo. La malattia è più comune tra i bambini e i giovani. Quando la malattia peggiora, provoca una restrizione nelle vene polmonari, ipertensione polmonare, congestione e gonfiore dei polmoni.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Mancanza di fiato;
  • Fatica da sforzo;
  • Svenimento;
  • Tosse con sangue;
  • Difficoltà di respirazione in posizione distesa.

DIAGNOSI: Il medico dovrà eseguire un esame fisico che può rivelare:

  • Alta pressione sanguigna nelle vene dei polmoni;
  • Aumento della pressione nella vena del collo (vena giugulare);
  • Unghie gonfie;
  • Colorazione bluastra della pelle a causa della mancanza di ossigeno (cianosi);
  • Gonfiore alle gambe.

Il medico può sentire suoni cardiaci anomali quando ausculta il torace e i polmoni con lo stetoscopio. I test che possono essere effettuati sono:

  • Emogasanalisi arteriosa;
  • Radiografia del torace;
  • Tomografia computerizzata del torace;
  • Cateterismo cardiaco;
  • Angiogramma polmonare;
  • Ecocardiogramma;
  • Biopsia polmonare.

TERAPIA: Attualmente non è noto alcun trattamento medico efficace. Tuttavia, i seguenti farmaci possono essere utili per alcuni pazienti:

  • Vasodilatatori (farmaci che allargano i vasi sanguigni);
  • Farmaci per il controllo della risposta del sistema immunitario (come l’azatioprina o gli steroidi).

Un trapianto di polmone può essere necessario.

PROGNOSI: Il risultato è spesso molto scarso nei bambini con un tasso di sopravvivenza di poche settimane. La sopravvivenza può essere di mesi a pochi anni negli adulti. Possibili complicazioni possono essere:

  • Difficoltà di respirazione progressiva;
  • Ipertensione polmonare;
  • Insufficienza cardiaca nel lato destro;
  • Tosse con sangue.

Contattare un medico se si hanno i sintomi di questo disturbo.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>