Nefrite interstiziale

di Marco Mancini 1

Nefrite interstiziale

La nefrite interstiziale è una malattia renale in cui gli spazi tra i tubuli renali diventano infiammati. L’infiammazione può influenzare la funzione dei reni.

CAUSE: La nefrite interstiziale può essere temporanea (acuta) o di lunga durata (cronica) e peggiorare nel tempo. Le cause della nefrite interstiziale possono essere:

  • Reazione allergica ad un farmaco (nefrite interstiziale acuta allergica);
  • Nefropatia analgesica;
  • Uso prolungato di farmaci come il paracetamolo (Tylenol), l’aspirina e farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) (nefropatia da analgesici);
  • Effetti collaterali di alcuni antibiotici (penicillina, ampicillina, meticillina, farmaci sulfamidici, e altri);
  • Effetti collaterali dei farmaci come i FANS, furosemide e diuretici tiazidici.

La forma di nefrite interstiziale acuta è comune. E’ più spesso causata da effetti collaterali di alcuni farmaci. Questo disturbo può essere più grave e più propenso a portare a danni renali cronici o permanenti nelle persone anziane.

SINTOMI: La nefrite interstiziale può causare lievi a gravi problemi renali, inclusa insufficienza renale acuta. In circa la metà dei casi, le persone diminuiscono la produzione di urina e compaiono altri segni di insufficienza renale acuta. I sintomi di questa condizione possono includere:

  • Sangue nelle urine;
  • Febbre;
  • Aumento o diminuzione della diuresi;
  • Alterazioni dello stato mentale (sonnolenza, confusione, coma);
  • Nausea, vomito;
  • Sfoghi cutanei;
  • Gonfiore del corpo, in qualsiasi area;
  • Aumento di peso.

DIAGNOSI: Un esame può mostrare troppo liquido sotto la pelle o nei polmoni (edema periferico o polmonare). Il medico potrebbe sentire i suoni anomali durante l’ascolto al cuore o polmoni con lo stetoscopio (auscultazione). L’alta pressione sanguigna è comune. I test comuni includono:

  • Gas ​​del sangue arterioso;
  • Analisi chimica del sangue;
  • Azotemia e livelli di creatinina nel sangue;
  • Esame emocromocitometrico completo;
  • Biopsia renale;
  • Analisi delle urine;
  • Osmolarità urinaria.

TERAPIA: Il trattamento si concentra sulla causa del problema. Evitare farmaci che portano a questa condizione può alleviare i sintomi rapidamente. Limitare il sale e fluidi nella dieta può migliorare la pressione sanguigna alta ed il gonfiore. Limitare le proteine ​​nella dieta può aiutare a controllare l’accumulo di prodotti di scarto nel sangue (azotemia) che può portare a sintomi di insufficienza renale acuta. Se la dialisi è necessaria, di solito è richiesta solo per un breve periodo di tempo. I corticosteroidi o farmaci anti-infiammatori possono aiutare in alcuni casi.

PROGNOSI: Il più delle volte, la nefrite interstiziale è una malattia a breve termine. In rari casi, può causare danni permanenti, compresa l’insufficienza renale cronica. Possibili complicazioni possono essere l’acidosi metabolica perché i reni non sono in grado di rimuovere abbastanza acido e insufficienza renale acuta o cronica o malattia renale allo stadio terminale.

Contattare un medico se si hanno i sintomi di nefrite interstiziale. Se già si soffre di nefrite interstiziale, chiamate il medico se si verificano nuovi sintomi, soprattutto se si è meno vigili o c’è una diminuzione della produzione di urina.

PREVENZIONE: In molti casi, la malattia non può essere impedita. Evitare o ridurre l’uso di farmaci che possono causare questa condizione può aiutare a ridurre il rischio.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>