Poliarterite nodosa

di Marco Mancini Commenta

Poliarterite nodosa

La poliarterite nodosa è una grave malattia dei vasi sanguigni, in cui arterie piccole e medie diventano gonfie e si danneggiano.

CAUSE: La causa della poliarterite nodosa è sconosciuta. Si verifica quando certe cellule immunitarie attaccano le arterie colpite. Gli adulti sono colpiti di più dalla malattia rispetto ai bambini. Essa danneggia i tessuti forniti dalle arterie interessate perché non ricevono l’ossigeno e il nutrimento di cui hanno bisogno. In questa malattia, i sintomi derivano dai danni agli organi colpiti come la pelle, cuore, reni e sistema nervoso.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Dolore addominale;
  • Diminuzione dell’appetito;
  • Fatica;
  • Febbre;
  • Dolori alle articolazioni;
  • Dolori muscolari;
  • Perdita di peso involontaria;
  • Debolezza.

DIAGNOSI: Non ci sono test di laboratorio specifici per la diagnosi della poliarterite nodosa. La diagnosi si basa sull’esame fisico e gli studi di laboratorio che aiutano a confermare la diagnosi come:

  • CBC può presentare un tasso superiore al normale dei globuli bianchi;
  • VES o PCR spesso superiori al normale;
  • Biopsia del tessuto che rivela l’infiammazione in piccole arterie;
  • Le immunoglobuline possono essere aumentate.

TERAPIA: Il trattamento comprende farmaci per sopprimere il sistema immunitario, incluso prednisone e ciclofosfamide.

PROGNOSI: Gli attuali trattamenti con steroidi e altri farmaci che sopprimono il sistema immunitario (come la ciclofosfamide) possono migliorare i sintomi e le possibilità di sopravvivenza a lungo termine. Le condizioni più gravi associate generalmente coinvolgono i reni e il tratto gastrointestinale. Senza trattamento, la prospettiva di guarigione è scarsa.

Possibili complicazioni possono essere:

  • Attacco di cuore;
  • Necrosi intestinale e perforazione;
  • Insufficienza renale;
  • Ictus.

Contattare un medico se si sviluppano i sintomi di questo disturbo. La diagnosi precoce e il trattamento possono migliorare la possibilità di un buon risultato.

PREVENZIONE: Non c’è prevenzione nota. Tuttavia, il trattamento precoce può prevenire alcuni danni e sintomi.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>