Polimialgia reumatica

di Marco Mancini Commenta

Polimialgia reumatica

La polimialgia reumatica è una malattia infiammatoria che coinvolge dolore e rigidità nella zona dei fianchi o alle spalle.

CAUSE: La polimialgia reumatica è una malattia che quasi sempre si verifica in persone con più di 50 anni. La causa è sconosciuta. Anche se i sintomi si rilevano principalmente nei muscoli e non ci sono segni esteriori dell’artrite, in alcuni casi vi è evidenza di artrite infiammatoria. Il disturbo si può verificare da solo, o con l’arterite temporale, che è una infiammazione dei vasi sanguigni (di solito in testa).

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Anemia (basso numero di globuli rossi nel sangue);
  • Dolore facciale;
  • Affaticamento;
  • Febbre;
  • Dolori all’anca e rigidità;
  • Malessere;
  • Dolore muscolare;
  • Dolore e rigidità del collo;
  • Dolore alle articolazioni;
  • Dolore e rigidità alla spalla;
  • Perdita di peso involontaria.

I sintomi di solito appaiono all’improvviso.

DIAGNOSI: La febbre può essere l’unico sintomo solo in alcuni casi. Ci possono anche essere i segni di arterite temporale. Gli esami del sangue non sono specifici:

  • Creatina chinasi (CPK) è normale;
  • Emoglobina o ematocrito possono essere normali o bassi;
  • Velocità di sedimentazione (VES) è spesso elevata.

TERAPIA: L’obiettivo del trattamento è il sollievo dal disagio e dalla rigidità. La malattia può essere molto fastidiosa se non è curata. I corticosteroidi, come il prednisone, sono prescritti in basse dosi.

PROGNOSI: La polimialgia reumatica di solito guarisce da sola, anche se non curata, in 1-4 anni. I sintomi diminuiscono notevolmente con il trattamento. La maggior parte dei pazienti necessita di una terapia steroidea per uno o più anni. Una possibile complicazione può essere l’arterite a cellule giganti.

Contattare un medico se si verificano persistente debolezza o rigidità del bacino o della spalla, soprattutto se questa è accompagnata da sintomi generici come febbre o mal di testa.

PREVENZIONE: Non c’è una forma di prevenzione nota.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>