Polimiosite

di Marco Mancini 1

Polimiosite

La polimiosite è una malattia infiammatoria relativamente rara che porta alla debolezza muscolare.

CAUSE: La polimiosite è una malattia del muscolo scheletrico nota anche come miopatia infiammatoria idiopatica. La causa di questo disturbo è sconosciuta. Si pensa che una reazione autoimmune o un’infezione virale del muscolo scheletrico possano causare la malattia.

Essa può colpire persone a qualsiasi età, ma più comunemente si verifica nelle persone tra i 50 e i 70 anni, o nei bambini tra i 5 e i 15 anni. Colpisce le donne due volte più spesso degli uomini; è più comune negli afro-americani rispetto ai caucasici. Complessivamente, circa una persona su 100.000 con diagnosi di alcune forme di miopatia infiammatoria ogni anno ha questa patologia.

La debolezza muscolare può apparire improvvisamente o lentamente, si verifica nel corso di settimane o mesi. La debolezza è causa di infiammazione e ripartizione dei muscoli. I pazienti con questa malattia possono avere difficoltà a sollevare le braccia sopra la testa, passare da una posizione seduta ad una in piedi o salire le scale. La voce può essere influenzata attraverso la debolezza dei muscoli della gola.

Una condizione simile, chiamata dermatomiosite, è segnata da una scura eruzione cutanea che appare sul volto, sulle nocche, collo, spalle, torace superiore e schiena.

SINTOMI: La polimiosite è una malattia sistemica, il che significa che colpisce tutto il corpo. I sintomi includono:

  • Difficoltà di deglutizione;
  • Dolore muscolare;
  • Debolezza muscolare dei muscoli prossimali (spalle, fianchi, ecc);
  • Mancanza di fiato.

I pazienti possono anche avere rigidità mattutina, dolore alle articolazioni, stanchezza, anoressia, perdita di peso e febbre.

DIAGNOSI: Gli esami per rilevarla sono:

  • CPK;
  • Elettromiografia;
  • Risonanza Magnetica dei muscoli interessati;
  • Biopsia muscolare;
  • Aldolasi siero.

TERAPIA: La malattia viene curata con farmaci corticosteroidi. Quando si ottiene un miglioramento della forza muscolare, generalmente in 4-6 settimane, il farmaco è diminuito gradualmente. La terapia di mantenimento con prednisone può essere continuata indefinitamente. Nelle persone che non rispondono ai corticosteroidi, i farmaci per sopprimere il sistema immunitario possono essere utilizzati. Se la condizione è associata ad un tumore, la condizione può migliorare se il tumore viene rimosso.

PROGNOSI: Un periodo in cui non sono presenti i sintomi ed il recupero totale si verificano in molti pazienti, soprattutto bambini. Per la maggior parte degli altri, i farmaci immunosoppressori sono in grado di controllare la malattia. Negli adulti, la morte può derivare dalla debolezza muscolare grave e prolungata, malnutrizione, polmonite o insufficienza respiratoria. Le principali cause di morte sono il cancro e malattie polmonari.

Possibili complicazioni possono essere:

  • Cancro associato;
  • Depositi di calcio nei muscoli interessati, specialmente nei bambini;
  • Malattie cardiache, malattie polmonari o complicazioni addominali.

Contattare un medico se si hanno sintomi di questo disturbo, se si ha fiato corto e difficoltà a deglutire.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>