Polineuropatia sensomotoria

di Marco Mancini 19

Polineuropatia sensomotoria

La polineuropatia sensitivo-motoria, o sensomotoria, è una diminuzione del movimento o della capacità di sentire (sensibilità).

CAUSE: La polineuropatia è una malattia di nervi. La polineuropatia sensitivo-motoria è un danno ai nervi del cervello o del midollo spinale chiamata neuropatia periferica. E’ un processo a livello sistemico che danneggia le cellule nervose, le fibre nervose (assoni), e le coperture dei nervi (guaina mielinica). I danni al rivestimento della cellula nervosa causano il rallentamento dei segnali nervosi. I danni alla fibra nervosa o cellula nervosa possono portare l’intero nervo a smettere di funzionare.

Il danno ai nervi può essere causato da:

  • Condizioni che fanno pressioni sui nervi;
  • Diminuzione del flusso sanguigno;
  • Malattie che distruggono il tessuto connettivo che tiene insieme le cellule e i tessuti;
  • Gonfiore (infiammazione).

Possibili cause di polineuropatia sensitivo-motoria sono:

  • Neuropatia alcolica;
  • Neuropatia cronica infiammatoria;
  • Neuropatia diabetica;
  • Neuropatia farmaco-correlata;
  • Sindrome di Guillain-Barre;
  • Mancanza della vitamina (vitamina B12 ed altre).

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Diminuzione della sensibilità in ogni zona del corpo;
  • Difficoltà di deglutizione;
  • Difficoltà con le braccia o le mani;
  • Difficoltà con le gambe o i piedi;
  • Difficoltà a camminare;
  • Intorpidimento, perdita di sensibilità alle braccia o alle gambe;
  • Dolore, bruciore, formicolio, sensazioni anomale in qualsiasi zona del corpo;
  • Debolezza del viso, braccia o gambe, o in qualsiasi zona del corpo.

I sintomi possono svilupparsi lentamente nel corso di settimane o anni e di solito si verificano su entrambi i lati del corpo.

DIAGNOSI: Un esame può presentare:

  • Riflessi ridotti o assenti;
  • Atrofia muscolare;
  • Contrazione muscolare (fascicolazioni);
  • Debolezza muscolare;
  • Paralisi;
  • Problemi con il movimento e la sensibilità.

I test possono includere:

  • Test di attività elettrica dei muscoli (Elettromiogramma);
  • Analisi del sangue;
  • Test di conduzione nervosa;
  • Raggi-X.

TERAPIA: Gli obiettivi del trattamento sono:

  • Trovare la causa;
  • Controllo dei sintomi;
  • Tentativo di far diventare il paziente auto-sufficiente.

Il trattamento può includere:

  • Modifica dei farmaci (come alcuni trattamenti per l’HIV) se sono la causa del problema;
  • Controllare i livelli di zucchero nel sangue;
  • Non bere alcool;
  • L’assunzione di integratori nutrizionali giornalieri.

Per tentare di ottenere l’auto-sufficienza, il paziente dovrà fare:

  • Esercizi e riabilitazione;
  • Terapia occupazionale;
  • Trattamenti ortopedici;
  • Fisioterapia;
  • Utilizzare sedie a rotelle o stampelle.

La sicurezza è una considerazione importante per le persone con una neuropatia. La mancanza di controllo muscolare e la diminuita sensibilità possono aumentare il rischio di cadute o di altre lesioni. Se avete difficoltà di movimento, si considerino le seguenti misure di sicurezza:

  • Tenere le luci accese;
  • Eliminare gli ostacoli (ad esempio mettendo per terra tappeti per evitare di scivolare sul pavimento);
  • Controllare la temperatura dell’acqua prima di fare il bagno;
  • Utilizzare ringhiere;
  • Indossare scarpe protettive (come quelle con dita chiuse e tacchi bassi);
  • Controllare i piedi (o un’altra area interessata), per controllare eventuali contusioni o altre lesioni che possono non essere notate, ma possono infettarsi;
  • Controllare l’interno delle scarpe per evitare il rischio di ferire i piedi;
  • Visitare un podologo per ridurre il rischio di lesioni ai piedi;
  • Evitare di appoggiarsi sui gomiti, ginocchia, o in altre posizioni che mettono pressione prolungata su determinate zone del corpo.

I farmaci usati per curare questa condizione sono:

  • Antidolorifici e analgesici per controllare il dolore (nevralgia);
  • Anticonvulsivanti (fenitoina, carbamazepina, Neurontin) o antidepressivi triciclici per ridurre il dolore lancinante.

Evitare di prendere gli antidolorifici quando possibile, o usarli solo quando necessario. Mantenere il corpo in posizione corretta può aiutare a controllare il dolore.

PROGNOSI: È possibile recuperare pienamente dalla neuropatia periferica, se il vostro medico riesce a trovare la causa e curarla con successo, e se il danno non pregiudica l’intera cellula nervosa. L’importo della disabilità varia. Alcune persone non hanno alcun handicap, mentre altre hanno una perdita parziale o totale di movimento, funzione, o sensibilità. Il dolore neuropatico può essere scomodo e può durare per lungo tempo. Occasionalmente la polineuropatia sensitivo-motoria causa gravi sintomi, a volte letali.

Possibili complicazioni possono essere:

  • Deformità;
  • Difficoltà di deglutizione;
  • Parziale o totale perdita di controllo sul movimento;
  • Parziale o totale perdita di sensibilità;
  • Ricorrenti lesioni inosservate in qualunque parte del corpo.

Contattare un medico se si ha perdita di movimento o non si sente una parte del vostro corpo. La diagnosi precoce ed il trattamento aumentano la possibilità di controllare i sintomi.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Commenti (19)

  1. LA POLINEUROPATIA EREDITARIA SENSITIVO MOTORIA DEMINIALIIZZANTE DELLA QUALE SOFFRO E PENSO ANCHE ALTRI,NON SI CURA,NON FATE CASO AI NEUROLOGI CHE NON AVENDOLA NON NE CAPISCONO NULLA,HO GIRATO MEZZA ITALIA E LA RISPOSTA E’ sempre stata: NON DA DISTURBI…..MA PERCHE’ costoro non vanno in fabbrica senza rubare soldi a noi malati? Vergogna,i medici iitaliani sono degli inesperti strapagati falliti

    1. Pienamente d’accordo
      Soon degli ignoranti colti …l’intelligenza non si studio!

  2. @ bimota:
    Sono d’accordo, ho provato di tutto, dagli antiepilettici agli antidepressivi, cortisonici, ecc. Risultati: zero. Anzi il risultato c’è stato, per tanti dottori, che ha suon di 120 euro a visita, mi inviavano da altri colleghi. Io avverto una contrazione continua alle gambe, accompagnata da una stanchezza terribile. Ora sto provando senza prescrizioni, il veleno omeopatico dello scorpione cubano.
    Ciao

    1. Salve, sono la figlia di un uomo che ha avuto una polineuropatia cronica.. ho letto con molto interesse i vostri commenti,
      Mio padre e” stato un cura al S. Camillo di Roma per un anno e mezzo circa,solite cure ..antiffiammatori ,addirittura flebo di cortisone per alleviare il dolore afli arti,,,
      Chiusa la cartella clinica dalla Dottoressa.dicendo che non c, era piu niente da fare e che la malattia secondo le sei, sette, elettromiografie era stabile,(cosa che lui e noi palesemente notavamo peggiorare )..papă aveva 75 anni lo scorso Luglio quando nonostante altri mille neurologi l. Hanno visitato ed e” sempre risultato con le analisi perfette, ne diabet,ne colesterolo,mai bevuto mai fumato ,,,,be e” stato colpito da un infarto in vacanza mentre stava per andare a fare il bagno piano piano aiutato sotto braccio da mia figlia… non c, e” stato nulla da fare.. e” stato un attimo… io ho provato e sperato fino alla fine in un miglioramento o veramente una stabilita ” della malattia. Invece i medici ci hanno detto che probabilmente sono stati consumati anche i muscoli interni. Faceva fatica un pochino anche a deglutire in quei giorni ,ma se qualcuno vedeva il mio splendido papă fisicamente dimostrava 15 anni di meno! Il mio dubbio e la mia rabbia potete immaginarli.. fior di quattrini ogni visita neurologica,per sentirsi dire sempre le stesse cose.. non c, e” cura mirata! Oggi mio papă non c, e” piu e mai avrei pensato di perderlo cosi, non escludo che l. Infarto potrebbe non essere stato causato dalla malattia…ma mio padre era “sano come un pesce a livello di pressione ,elettrocardiogrammi ,e analisi!
      Volevo sottolineare che per questa malattia nessun medico si interessa di scoprire una cura che perlomeno la blocchi,e che anche mio papă ha provato addirittura il veleno dello scorpione portato da Cuba!
      In bocca al lupo e buona guarigione a tutti voi !
      Avete tutta la mia stima!
      E quella del mio papă che ha provato quello che significa convivere con questa mLattia!
      Ilaria!

  3. Ciao bimota e aldo,concordo quello che avete scritto anch’io soffro di una polineuropatia assonale sensitivo-motoria ai 4 arti e’stata una lunga peripezia per avere una mezza diagnosi non si sa di che natura sia percio’ ND e permettetemi di dire che sono INDIGNATA DEL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE .

  4. Ciao. soffro di polineuropatia ad ambedue gli arti inferiori da più di 10 anni. Non ho nussuna malattia (diabete, HIV o altro) Per fortuna non accuso nessun tipo di dolore ma, essendo una malattia degenerativa, faccio sempre più fatica a fare le scale e l’equilibrio è sempre più instabile. Anch’io ho girato mezza Italia. Ho fatto esami genetici al Besta di Milano, liquor al Borgo Roma di Verona. (prelevato dal midollo spinale) e la risposta è sempre quella. Non c’è nulla da fare. Assumo giornalmente vitamina B12 che pare sia l’unica vitamina che potrebbe mancare per questa malattia. Sono di Parma e mi farebbe molto piacere, se qualcuno della mia zona, o altri, leggesse questa mail e poterlo incontrare per uno scambio di idee. Ho trovato giovamento nella deambulazione con le scarpe speciali MBT. Le consiglio a tutti coloro che hanno il mio stesso problema. Sarebbe bello creare un “movimento” per poterci incontrare e scambiarci idee e opinioni. Saluti. Vittorio.

    1. soffro di una polineuropatia dicono carenza b 12 ma va sempre peggio

  5. Vittorio ha detto:

    Ciao. soffro di polineuropatia ad ambedue gli arti inferiori da più di 10 anni. Non ho nussuna malattia (diabete, HIV o altro) Per fortuna non accuso nessun tipo di dolore ma, essendo una malattia degenerativa, faccio sempre più fatica a fare le scale e l’equilibrio è sempre più instabile. Anch’io ho girato mezza Italia. Ho fatto esami genetici al Besta di Milano, liquor al Borgo Roma di Verona. (prelevato dal midollo spinale) e la risposta è sempre quella. Non c’è nulla da fare. Assumo giornalmente vitamina B12 che pare sia l’unica vitamina che potrebbe mancare per questa malattia. Sono di Parma e mi farebbe molto piacere, se qualcuno della mia zona, o altri, leggesse questa mail e poterlo incontrare per uno scambio di idee. Ho trovato giovamento nella deambulazione con le scarpe speciali MBT. Le consiglio a tutti coloro che hanno il mio stesso problema. Sarebbe bello creare un “movimento” per poterci incontrare e scambiarci idee e opinioni. Saluti. Vittorio.

    1. @Vittorio: ciao vittorio visto l’ora starai donendo sono di lecce ed ho gli stessi probremi la b 12 5ooo fa poco e a te

    2. ciao vittorio sono anch’io della provincia di parma esattamente di varsi. io ho scoperto la malattia nel 2010 xchè mi si era bloccata la mano sn. dopo vari esami negativi sono andata al besta dove mi hanno riscontrato che era genetica.se vuoi ci possiamo sentire il mio numero è 3397540305

  6. a settembre 2012 ho saputo x la prima volta l’esistenza di questa malattia sono rimasta sbalordita ,mio figlio di 3 anni e mezzo l’ha avuta aveva un infiammazione ai nervi delle gambe quindi sendibilità zero,cadute eccessive e zoppicamento da lì ho iniziato a preoccuparmi e a ricoverarlo in neuroppsichiatra infantile,i medici mi hanno aiutata a risolvere questo problema con flebo di cortisone e vitamine spero che il problema si sia risolto ..L’unica cosa non so se può ricapitare voi mi sapete rispondere ?ovviamente è sempre sotto controllo.

    1. Evidentemente la neuropatia avuta da vostro figlio non era genetica, altrimenti sarebbe sul divano come il sottoscritto

  7. Ho 37 anni e nel 2003 mi e’ stata diagnosticata polineuropatia sensitivo motoria deminializzante.
    Se 10 anni fa mi avessero detto che sarei stato in queste condizioni. avrei preferito prendere la mia bimota ed andarmi a sfracellare a 280 su un muro!
    Si perche’ non avrei mai pensato di passare le mie giornate dal divano al letto! a causa dei gravissimi problemi di disequilibrio ( anche se riesco a stare in piedi) ma il pavimento e’ come non ci sia sotto ai piedi e da seduto e a letto sentirsi come “seduto in una barca col mare mosso”; non ho dolori. ma mi sento instabile sempre. e non mi fido nemmeno di andare a piedi. figuriamoci a guidare o ad andare in bicicletta!!! atroce.
    I medici? Ti vedono in piedi e si permettono di dire che i sintomi sono minimi!!!figli di p…..a

    Sono stato al Besta. a Padova.a Verona a Vicenza (dove vivo) ma nulla secondo loro con questa patologia si puo’ fare anche una scalata in montagna. si e’ permessa di dire una neurologa!!!
    chi ce l’ha sa’ cosa vuole dire la vera sofferenza ma a dirlo ti portano in psichiatria!
    In Italia i medici sono una categoria “intoccabile” ma di assoluta negligenza. nel nostro Paese di buono abbiamo solo le Bimota e le delta evoluzione. tutto il resto e’ spaghetti e mandolino.
    Bene ora mi faccio una doccia. ma per lavarmi devo “puntarmi” col ginocchio sul muro. per non perdere l’equilibrio!!! e ci sono persone che hanno l’invalidita’ e li vedo passare 10 volte al giorno in bici. o con la macchina! assurdo!!!

    ….ma io dopotutto sono un malato immaginario.
    Se qualcuno di Voi mi sa’ indicare una soluzione per

    sopravvivere in queste condizioni. lo prego di contattarmi

    Lorenzo 3280687271

    1. @lorenzo: ciao Lorenzo sono mamma di 38 anni ho una ragazza di 17 anni….mia figlia aveva 3 anni quando mi hanno detto che ha la polineuropatiasensitivamotoria….usa i tutori perché pure lei nn riesce a stare in equilibrio,ha la gobba dietro alla schiena dovuta alla scogliosi ,porta gli occhiali ,lei e seguita al besta ,dopo 12 anni mi hanno dato il risultato del dna che nn e ereditario,con i documenti vai a fare domanda per l’invalidità almeno puoi provare con i tutori,e altre disponibilità,nn perderti d’animo ,mia figlia lo fatta diventare autonoma,è difficile,io ci soffro,ma davanti a lei mi faccio vedere sorridente,disponibile amica e mamma ,se vuoi confidarti o parlare puoi contattarmi al numero 3339755892

  8. Come bimota (che modello?) io ho una sb6
    So affetto dalla stessa. se 10 anni fa mi avessero detto che oggi sarei passato dal divano al letto mi sarei suicidato.
    Oggi ho problemi soggettivi di disequilibrio che non mi permettono di fare le cose piu banali come andare in bici o guidare. ho anche da seduto e a letto la sensazione di “trovarmi in barca”,sono stato al Besta, a Verona e a Padova,e tutti questi inetti mi hanno detto che la malattia non da’ sintomi!!!
    Ora dipendo dai miei famigliari per gli spostamenti e per la sensazione di “mancanza del suolo” fatico a camminare con passo normale e trascino i piedi un passo su tre.
    Voi che avete la stessa patologia penso non siate messi meglio ma e’ inutile andare a ospedali,perche’ ti portano in psichiatria!!!
    Penso che solo essere ciechi possa essere peggio.

    Se

  9. Alessandro Burul di Casa di cura Eretenia (Vicenza)
    altro che neurologi, provate mi ringazierete

  10. BRIANI
    PEGORARO
    CAVALLARO
    ANDRIGO
    VI AUGURO CIN TUTTO IL CUORE DI SPENDERE TUTTI I SOLDI DEL VOSTRO STIPENDIO IN FARMACI
    NEUROLOGI FIGLI DI PUTTANA

  11. sono francesco di anni 37, anche io come voi ho la CIDP, sono stato seguito al besta con circa 70 gg di ospedale x un totale di 3 ricoveri. Adesso mi curo all’humanitas dal prof. nobile ed il mio problema piu grande è la deambulazione quindi anche l’equilibrio. Con il tempova sempre piu peggiorando, se qualcuno di voi ha i miei tessi sintomi è vuole confrontarsi con me questo è il mio indirizzo di posta elettronica : [email protected]

  12. st provando un integratore a base di acido lipoico associato a vitamine grupo B E e C, dopo avere provato neurontin, il mio medico ha escluso cause diabetiche . o altro ma come causa ha adotto la genetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>