Sindrome di Horner

di Marco Mancini Commenta

Sindrome di Horner

La sindrome di Horner è una condizione rara che colpisce i nervi degli occhi e del viso.

CAUSE: La sindrome di Horner può essere causata da qualsiasi interruzione nelle fibre del nervo simpatico, che iniziano nella parte del cervello chiamata ipotalamo, e terminare nel viso.

Le lesioni delle fibre nervose simpatiche possono derivare da:

  • Lesioni all’arteria principale del cervello (carotide);
  • Lesioni ai nervi che corrono nel braccio (plesso brachiale);
  • Emicrania o mal di testa;
  • Ictus o lesione nel tronco cerebrale;
  • Tumore nella parte superiore del polmone.

Raramente, la sindrome di Horner può essere presente alla nascita (congenita). La condizione si può verificare con una mancanza di colore (pigmentazione) dell’iride (parte colorata dell’occhio). Il collirio e alcuni farmaci possono anche portare a questa condizione.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Diminuzione della sudorazione sul lato interessato del viso;
  • Palpebra abbassata (ptosi);
  • Affondamento del bulbo oculare;
  • Pupille ristrette.

Ci possono essere anche sintomi della malattia che causa il problema.

DIAGNOSI: Il medico farà esame del sistema nervoso (neurologico) per diagnosticare il problema e scoprire che, se è il caso, altre parti del sistema nervoso sono interessate. I test possono includere:

  • Esami del sangue;
  • Ecografia carotidea;
  • Radiografia del torace;
  • Angiogramma o angiografia a risonanza magnetica;
  • TAC del torace;
  • Esame oculistico;
  • Risonanza magnetica della testa.

TERAPIA: Il trattamento dipende dalla causa del problema. Non esiste un trattamento specifico per la sindrome di Horner.

PROGNOSI: Il risultato dipende dalla riuscita nel trattamento della causa sottostante. Non ci sono complicazioni dirette della sindrome di Horner stessa. Tuttavia ci possono essere complicazioni della malattia che ha causato la sindrome di Horner.

Contattare un medico se si hanno i sintomi della sindrome di Horner.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.