Sindrome di Parinaud

di Marco Mancini 2

Sindrome di Parinaud

La sindrome di Parinaud è un problema simile alla congiuntivite (“occhio rosa”). Di solito colpisce solo un occhio ed è accompagnata dall’ingrossamento dei linfonodi vicini e dalla febbre.

CAUSE: La sindrome di Parinaud è causata da un’infezione da batteri, virus, funghi o parassiti. Le cause più comuni sono la tularemia e la febbre da graffio di gatto. La tularemia può infettare l’occhio sia con l’immissione diretta dei batteri nell’occhio (con un dito o un altro oggetto), o da goccioline nell’aria che trasportano i batteri che finiscono negli occhi.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Occhi arrossati, irritati e dolorosi;
  • Febbre;
  • Generale malumore;
  • Aumento della lacrimazione;
  • Gonfiore delle ghiandole linfatiche vicine (spesso di fronte l’orecchio).

DIAGNOSI: L’esame oculistico nota un occhio di colore rosso, infiammato con ulcere nella cornea. I linfonodi possono essere presenti di fronte l’orecchio. Si può avere la febbre e altri segni della malattia. Gli esami del sangue saranno fatti per controllare l’infezione. Una conta leucocitaria può essere alta o bassa, a seconda della causa dell’infezione.

Gli esami del sangue per verificare i livelli di anticorpi sono i metodi principali utilizzati per diagnosticare molte delle infezioni che causano la sindrome di Parinaud. Altri test possono includere una biopsia del linfonodo e l’analisi in laboratorio delle secrezioni oculari, tessuto linfonodale, o del sangue.

TERAPIA: A seconda della causa dell’infezione, gli antibiotici possono essere utili. L’intervento chirurgico può essere necessario per pulire i tessuti infetti.

PROGNOSI: Le prospettive di guarigione dipendono dalla causa dell’infezione. In generale, se la diagnosi è precoce e il trattamento inizia immediatamente, il risultato può essere molto buono. Possibili complicazioni possono essere cecità e la diffusione dell’infezione ai tessuti vicini o nel flusso sanguigno.

Contattare un medico se l’occhio si arrossa, irrita o fa male.

PREVENZIONE: Il lavaggio frequente delle mani può ridurre la probabilità di contrarre la sindrome di Parinaud. In particolare, la tularemia può essere evitata evitando i contatti con conigli selvatici, scoiattoli, o zecche.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>