Sporotricosi

di Marco Mancini 1

Sporotricosi

La sporotricosi è un’infezione a lungo termine (cronica) della pelle causata da un fungo.

CAUSE: La sporotricosi è causata dal fungo Sporothrix schenckii, che si trova su molte piante. L’infezione si verifica comunemente quando la pelle è lesionata a contatto con materiali vegetali come cespugli di rose, rovi, o materiali molto sporchi. La sporotricosi può essere una malattia professionale per gli agricoltori, orticoltori, giardinieri e vivaisti. Si diffonde spesso tra soggetti con sistema immunitario compromesso, quando questi respirano polveri pieni di spore.

SINTOMI: I sintomi includono un piccolo e indolore grumo rosso che si sviluppa nel sito dell’infezione e alla fine si trasforma in un’ulcera. Il nodulo può svilupparsi fino a 3 mesi dopo la lesione. Alcune piaghe escono più spesso sulle mani e avambracci. Il fungo segue i canali linfatici nel corpo. Piccole ulcere appaiono sulla pelle quando l’infezione arriva su un braccio o una gamba. Queste ferite non si rimarginano a meno che non siano curate, e possono rimanere per anni. I noduli possono scaricare una piccola quantità di pus di volta in volta.

La sporotricosi sistemica raggiunge i polmoni e può causare problemi respiratori, infezioni delle ossa, artriti, e l’infezione del sistema nervoso.

DIAGNOSI: Un esame fisico rivela le piaghe tipiche. In alcuni casi, un piccolo campione di tessuto colpito è rimosso ed esaminato al microscopio per identificare il fungo.

TERAPIA: L’infezione della pelle di solito è curata con un farmaco antifungino chiamato itraconazolo assunto per bocca per 2-4 settimane anche dopo che le lesioni cutanee sono passate. Si può prendere il farmaco per 3-6 mesi. Il fluconazolo è utilizzato in pazienti che non rispondono all’itraconazolo. L’infezione sistemica o diffusa è spesso trattata con amfotericina B o itraconazolo. La terapia per la malattia sistemica può durare fino a 12 mesi.

PROGNOSI: Con il trattamento, la guarigione completa è possibile. La sporotricosi diffusa è più difficile da curare e richiede farmaci chemioterapici. Può essere pericolosa per la vita per le persone con un sistema immunitario compromesso. Possibili complicazioni possono capitare anche alle persone con un normale sistema immunitario e possono essere disagio o infezioni cutanee secondarie, mentre per le immunodepresse:

  • Artrite;
  • Infezione ossea;
  • Complicazioni da farmaci (l’amfotericina B può avere gravi effetti collaterali);
  • Malattie polmonari e problemi respiratori (come la polmonite);
  • Meningite;
  • Diffusione della malattia.

Contattare un medico se sviluppate persistenti noduli o ulcere della pelle. Se si sa di essere stati esposti alla vegetazione, riferirlo al proprio medico.

PREVENZIONE: Le persone con sistema immunitario compromesso dovrebbero cercare di minimizzare i danni alla pelle, adottando misure di prevenzione come indossare guanti spessi durante il giardinaggio.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>