Stenosi valvolare polmonare

di Marco Mancini Commenta

Stenosi valvolare polmonare

La stenosi della valvola polmonare, o valvolare polmonare, è una condizione in cui il flusso del sangue dal cuore (ventricolo destro, o Camera bassa) alla valvola che separa il cuore dalla arteria polmonare (valvola polmonare) è bloccato. Questo restringimento è di solito presente alla nascita (congenito).

CAUSE: La stenosi della valvola polmonare è molto spesso causata da un problema che si verifica quando il bambino è in via di sviluppo. La causa è sconosciuta, ma i geni possono avere un ruolo. Il restringimento che si verifica all’interno della valvola polmonare è chiamato stenosi della valvola polmonare. Se si verifica sotto la valvola polmonare è chiamato stenosi polmonare sottovalvolare. Un’altra forma è la stenosi polmonare sopravalvolare, quando si verifica al di sopra del restringimento della valvola polmonare principale.

Il difetto può verificarsi da solo o con altri difetti cardiaci. La condizione può essere lieve o grave, si verifica raramente, solo in circa il 10% dei pazienti con una malattia cardiaca congenita. La stenosi polmonare può verificarsi anche più avanti nella vita come risultato di condizioni che causano danno o lesioni alle valvole cardiache come febbre reumatica, endocardite e altri disturbi.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Colorazione bluastra della pelle (cianosi);
  • Dolore toracico;
  • Svenimento;
  • Fatica;
  • Scarso aumento di peso o difetto di crescita nei bambini con ostruzione grave;
  • Mancanza di fiato;
  • Morte improvvisa.

I pazienti con blocco lieve o moderato possono non avere alcun sintomo finché il disturbo non diventa grave. I sintomi, quando presenti, possono peggiorare con l’esercizio fisico.

DIAGNOSI: Il medico può sentire un soffio al cuore con lo stetoscopio. I test utilizzati nella diagnosi di stenosi polmonare possono comprendere:

  • Cateterismo cardiaco;
  • Radiografia del torace;
  • Elettrocardiogramma;
  • Ecocardiogramma;
  • Risonanza Magnetica del cuore.

TERAPIA: A volte, il trattamento può non essere necessario. La dilatazione polmonare percutanea con palloncino (valvuloplastica) utilizzando un catetere può funzionare per la stenosi della valvola polmonare che si verifica senza altri difetti cardiaci. L’intervento chirurgico può essere effettuato per riparare il difetto. I farmaci usati prima dell’intervento possono includere:

  • Antiaritmici per migliorare la funzione cardiaca;
  • Fluidificanti del sangue per prevenire la formazione di coaguli;
  • Prostaglandine;
  • Diuretici per rimuovere il liquido in eccesso.

PROGNOSI: Di solito un terzo dei pazienti con stenosi lieve migliora, un terzo rimanere inalterato, ed un terzo peggiora. Il risultato è buono con un intervento chirurgico o la cateterizzazione cardiaca. Altri difetti congeniti del cuore possono incidere. Possibili complicazioni possono essere:

  • Cianosi;
  • Morte;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Perdita del ritorno del sangue nel ventricolo destro (insufficienza polmonare) dopo l’intervento;
  • Ipertrofia ventricolare destra.

Contattare un medico se si hanno i sintomi della stenosi della valvola polmonare, se siete stati curati e si sviluppa gonfiore (alle caviglie o in qualsiasi area), difficoltà respiratorie, o sintomi nuovi.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.