In coda per un rene: Italia ai primi posti per donazioni, molto battuto il mercato estero

di Redazione 8

Troppi centri accreditati in alcune regioni, pochi quelli di alta specializzazione e la verità lampante secondo cui – sempre più spesso – i malati sono costretti a cercare un organo all’estero. Di pochi giorni fa la notizia di un catanese che ha deciso di mettere in vendita un rene dopo il falllimento della sua attività e l’immediata risposta di decine di persone pronte ad accaparrarselo.

Già, perchè le statistiche confermano l’allungamento delle liste di attesa di pazienti italiani che vivono nella speranza di trovare un rene nuovo: si è passati dai 6.838 del 2002 ai 6.400 del 2006 per risalire fino ai 7.018 del 2008 – dati fermi al 31 agosto.

Quello del trapianto d’organo è stato, negli ultimi dieci anni, uno dei settori di maggior successo per la medicina del nostro Paese: tutto ciò grazie ad una migliore organizzazione e ad un coordinamento a livello nazionale che ha  funzionato bene grazie all’attività del Centro Nazionale Trapianti.

Così, l’Italia è balzata in cima alle classifiche europee per numero di donazioni – 21 per ogni milione di abitanti. Poi, una improvvisa battuta di arresto che è coincisa col calo delle donazioni e il minor numero di trapianti. La ricerca del rene è quella che coinvolge il maggior numero di cittadini: al secondo posto, per quantità di pazienti in attesa, le richieste di fegato. Poi, a scalare, cuore, polmone e pancreas.

Molti, pur di porre fine ad un calvario pesantissimo, sono disposti a mettersi in cammino fino al punto da sconfinare il continente. E arrivare, per esempio, in Iran dove il commercio degli organi è legale e per un rene lo Stato paga da un minimo di 1.200 ad un massimo di 4.500 dollari e obbliga il ricevente a fare una donazione. Il commercio è permesso solo tra iraniani ma esiste un mercato illegale che non tiene conto della nazionalità e nel quale i prezzi superano le cifre ufficiali.

Oppure in India, dove una legge del 1994 prevede che gli organi possano essere donati solo a persone con cui si è legati da un rapporto di parentela. Tuttavia, la legge viene ampiamente raggirata grazie alla falsificazione dei documenti di parentela e a un giro di chirurghi compiacenti. Secondo recenti dati, ogni anno 2 mila indiani vendono un rene per meno di 2 mila dollari soprattutto a statunitensi, inglesi, canadesi e arabi. Emblematico il caso del Pakistan, dove di 2 mila trapianti eseguiti nel 2005, i due terzi sono stati effettuati su stranieri: qui, tuttavia, dopo lo scandalo legato alla vendita on line, ne è stato proibito il commercio.

Il Sud Africa, invece, è una sorta di intermediario: i donatori provengono dal Sud America o dall’Europa dell’est ma i riceventi sono soprattutto israeliani – un rene viene pagato fino a 20 mila dollari e rivenduto per più di 120 mila dollari. Infine, il caso della Cina, che potrebbe diventare la Terra Promessa per quanti hanno la necessità di un trapianto. Un fegato nuovo costa tra i 40 mila e i 75 mila dollari. Qui gli organi non sono quasi mai donati volontariamente ma espiantati dai condannati a morte.

Commenti (8)

  1. Scrivo a Jolanda, Maddalena, Franco, Gianni, Giorgio e a tutti gli altri che hanno lasciato un messaggio in questo spazio, proponendo in vendita un proprio organo. Abbiamo dovuto cancellarli. Con sofferenza, perché solo lontanamente (e per nostra fortuna) possiamo capire cosa vi ha portato a queste scelte disperate. Ma non è la strada giusta. E’ una prassi non legale. Solitamente lasciamo i nostri lettori molto liberi di esprimere i propri personali pensieri. Ma questi vostri messaggi oltre che essere fuori legge sono lontani dalla filosofia del nostro blog, che vuole educare ed informare alla salute. La vostra ne sarebbe a rischio. Avete pensato anche a chi potrebbe contattarvi? Che l’espianto avverrebbe in un ambiente probabilmente non adeguato?Non sapete chi vi opererà? E cosa rischiate dal punto di vista delle conseguenze? Per favore, tornate sui vostri passi.

  2. @ Cinzia Iannaccio:
    Ciao Cinzia, anch’io ho intenzione di vendere un rene, tutto quello che dici ci puo’ stare ed hai ragione, ma tu cosa faresti all’eta’ di cinquantanni (Che sono i miei anni) con la famiglia rovinata ed un figlio di 10 anni che avra’, anzi, che certamente non avra’ un futuro roseo, e inoltre mi hanno girato tutti le spalle, certo tutti, perche’ in questo mondo di merda, se hai qualcosa ti agevolano e ti cercano ma, se si accorgono che sei in difficolta’ vai pur tranquillo che non si ricordano piu’ di te a cominciare dagli “amici” e per finire ai fratelli. Vuoi scoprire se hai degli amici, oppure degli “amici”? Io mi auguro che tu sia felice adesso e per tutta la vita ma, se vuoi mettere alla prova i tuoi conoscenti e dico tutti, a partire dai genitori e per finire all’ultima conoscenza fatta attualmente, fingi di essere in serie difficolta’ economiche per un periodo e fai spargere la voce, poi mi sai dire. Io ho sempre lavorato dall’eta’ di 7 anni sono stato sempre serio sul lavoro, e per questo mi cercano, ed e’ forse l’unica risorsa che mi e’ rimasta ma, non riesco ad arrivare a fine mese. Tutto questo perche’ ho fatto deggli investimenti sbagliati con i miei soldi pero’, vorrei vedere adesso come si comporterebbero tutte quelle persone che mi hanno girato le spalle se fosse andato tutto bene. Io ti garantisco una cosa, faro’ di tutto e tutti i costi per mettere in carreggiata mia moglie (separati) e mio figlio. Ciao auguri

  3. @ Vincenzo:
    Ciao, leggo solo ora. Spero che nel frattempo le cose siano migliorate. Che tu abbia trovato una speranza migliore per te e per il tuo bambino. Anche io sono mamma e nella mia famiglia di sofferenza ce n’è stata molta al riguardo delle malattie di un bimbo. La tua testimonianza è importante, comunque perché illustra perfettamente a cosa si può arrivare se si rimane soli. Per fortuna per noi non è mai stato così. Non so come dopo un anno siano andate le cose, spero ottimamente, ma crdo che un bimbo malato abbia bisogno di genitori sani e forti vicino, un espianto in una struttura non adeguata può mettere a repentaglio la vita e la salute del donatore, vi prego di non dimenticarlo mai.
    Sei un papà stupendo;=)))

  4. Salve….sono qui come ultima speranza…. ho pensato tanto prima di scrivere questa decisione,con la perdita del lavoro a dicembre 2012,ed una bimba di 15 mesi,e con l’arrivo di un altra bimba di 3 mesi.(GENNAIO 2013).MI RITROVO in una situazione un pò particolare.non riesco ad andare avanti anche se sto facendo dei piccoli lavoretti. ma c’è sempre l’affitto e le bollette da pagare.. e la vita sta diventando sempre più dura…….guardo le mie bimbe e mi riempie una coppa di rabbia dal cuore sapendo che stanno limitate sul latte e su tutto quello a loro necessario…..allora pensando tanto e scrivendo con le lacrime agli occhi……ha deciso di mettere in donazione il mio rene…..sono disposto a qualsiasi visita………come vedete non ho parlato di prezzo perchè non saprei proprio a che prezzo donare…… se avrei potuto evitarlo non avrei mai preso questa decisione….. il mio gruppo sanguigno è ARH-NEGATIVO età 31….. il mio contatto è [email protected] il tel è 3922856793.

  5. Ciao Gentile Signore / a

    Io sono il DR. KATE ADAMS e il trattamento per l’acquisto / vendita di reni,
    Siamo specializzati nella vendita e l’acquisto di varie parti del
    corpo come fegato, rene, cuore e altre parti sensibili
    corpo. Abbiamo un ospedale ben attrezzato, ed i miei colleghi medici siamo
    ben addestrato. Non ci sarà alcun bisogno di voi di essere paura perché
    La chirurgia è un’operazione che rilascia la vita. Così chiunque
    interessati possono contattare rapidamente con il nostro
    funzionari [email protected]
    contem uma
    Assicurarsi non esitate a contattarci, perché
    sicuramente faremo in modo che lavoriamo con voi e noi
    assicurarsi che ti piace fare affari con noi.

    E-mail: [email protected]

    grazie
    Dr. KATE.

  6. Sono il dottor Michael Baldwin dell’ospedale Lutheran di Iowa, mi è stato dato l’opportunità da parte della direzione ospedaliera di pubblicizzare su Internet come lavoriamo e che abbiamo ripreso l’anno per l’acquisto di organi umani, ad esempio il rene, se sei fuori Ci interessa vendere il tuo rene, non esitate a contattare l’ospedale al seguente indirizzo email: L’ospedale specializzato in irrua è specialista negli organi Chirurgia e come donatore non c’è alcun rischio in esso, paghiamo una buona somma di denaro e siamo Situato in Iowa USA….
    E questa è la nostra email:
    [email protected]
    Puoi anche contattarci su whatsapp +1 929 281 1248

  7. Vuoi acquistare un rene o vuoi vendere la tua
    rene? Sei tu
    Cercando un’opportunità per vendere il tuo rene per soldi
    A causa della rottura finanziaria e non sai cosa fare
    Fai, allora contattaci oggi e ti offriamo bene
    Quota di denaro per il tuo rene. Mi chiamo Doctor UMAR
    Sono un nefrologo presso la Clinica UMAR. La nostra clinica è
    Specializzato in chirurgia renale e ci occupiamo anche
    L’acquisto e il trapianto di reni con
    Donatore corrispondente.
    Siamo in India, Turchia, Nigeria, Stati Uniti, Malesia, Dubai, Kuwait
    Se sei interessato a vendere o acquistare i reni, non fatelo
    Non esitate a contattarci via e-mail.
    Email: [email protected]

    Cordiali saluti
    DR UMAR.

  8. Vuoi vendere il tuo rene? Stai cercando un’opportunità per vendere il tuo rene in contanti a causa di alcuni problemi finanziari e hai perso completamente la speranza, fai un passo coraggioso e contattaci oggi e ti offriremo una buona somma per il tuo rene.
    Sono il dottor Calvin Ryan, un frenologo dell’ospedale Calvin Ryan. Siamo specializzati in chirurgia renale. Ci occupiamo anche dell’acquisto e del trapianto di reni con un donatore vivente corrispondente. Siamo situati in India, Canada, Regno Unito, Turchia, USA, catena, Pakistan, Sudafrica, Ucraina, Uganda, Messico, Svezia, Corea, Giappone e molti altri paesi.
    Se sei interessato alla vendita o all’acquisto di rognoni, non esitare a contattarci via email.
    [email protected]
    NOTA BENE: In Internet ci sono molte persone con motivazioni diverse, quindi per favore sii sincero e veritiero che non siamo bambini, si tratta di salvare vite di altri.
    Fraudolento non è accettato per favore
    I migliori saluti.
    SQUADRA PUBBLICITARIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>