Diabete, 8 celebrità che ne soffrono (FOTO)

di Valentina Cervelli Commenta

Il diabete è una malattia comune, anche tra le celebrità. Oggi vogliamo farvi conoscere la storia di 8 insospettabili vip affetti da questo problema. Se possiamo essere sinceri, alcuni di loro non li avremmo mai associati a questa patologia.

Tom Hanks

Tom Hanks ha rivelato di essere affetto da diabete di tipo 2 nel corso di un’intervista presso la trasmissione di David Letterman, nel momento in cui il presentatore gli stava facendo i complimenti per una ritrovata forma fisica nell’ottobre del 2013. Il premio Oscar ha raccontato che andando dal dottore lo stesso, facendogli una battuta, gli ha confermato che quei valori alti della glicemia che presentata dall’età di 36 anni si erano finalmente “diplomati” trasformandosi in diabete.

Halle Berry

Anche Halle Berry è affetta da diabete mellito di tipo due. Su di lei è circolata voce di come fosse passata da questa forma diabetica a quella di tipo 1. Niente di più errato. Tutto ciò non è possibile. Quest’ultimo tipo necessita di somministrazioni di insulina perché l’organismo non è in grado di produrla da sola. Anche alcuni pazienti che hanno sviluppato diabete di tipo 2 ne hanno bisogno in aggiunta della normale terapia farmacologica, ma attenzione:  non bisogna fare confusione tra le due tipologie.

Salma Hayek

L’attrice Salma Hayek ha sofferto di diabete gestazionale.E’ una particolare forma di questa malattia che si presenta per l’appunto nel corso della gravidanza, soprattutto se si ha una storia famigliare di diabete. Gli esperti sostengono a ragione che un check up per questo disturbo dovrebbe essere effettuato tra la 24esima e la 28esima settimana. Di solito questa forma di diabete sparisce dopo il parto ma ovviamente aumenta il rischio del diabete di tipo 2.

Larry King

La sua avanzata età ci dimostra come se si fa attenzione si può controllare il diabete senza spiacevoli conseguenze. Sappiamo che come malattia è fattore di rischio di problemi al cuore, ictus, insufficienza renale. Larry King era un forte fumatore ed è stato sottoposto a bypass coronarico. Ma abbandonare le cattive abitudini, quelle alimentari comprese, lo ha aiutato a sopravvivere in buona salute.

Nick Jonas

Il cantante Nick Jonas ha reso pubblico di soffrire di diabete di tipo 1 nel 2007. Tra i suoi sintomi più spiccati il calo ponderale ed una sete molto forte. Quando gli è stato diagnosticato i suoi livelli di glicemia superavano i 700: il livello di normalità degli zuccheri nel sangue è invece contenuto nell’intervallo che va da 70 a 120. Il giovane è stato ricoverato e gli è stato insegnato a gestire il suo problema. Questa è la forma più diffusa tra i giovani.

Randy Jackson

Il giudice di American Idol Randy Jackson ha scoperto di essere affetto da diabete di tipo 2 nel 2001. L’obesità ha rappresentato un fattore di rischio importante, senza contare che la sua famiglia presenta una lunga storia di diabete. A livello statistico sembra inoltre che gli afro-americani siano più soggetti allo sviluppo di questa malattia rispetto ai caucasici. Sottopostosi a bypass gastrico per perdere peso, ha migliorato la sua dieta ed iniziato a fare esercizio.

Sherri Sheperd

L’attrice e presentatrice di The View, è la dimostrazione diretta di come gestendo bene la dieta ed i cibi ingeriti si possa migliorare il proprio stato di salute in relazione con questa malattia. Riducendo i carboidrati lavorati, lo zucchero raffinato ed i fritti ed inserendo maggiori quantità di frutta e verdura è possibile riuscire, grazie anche al supporto medico ed ad un po’ di esercizio fisico, a perdere peso ed a tenere bassa la glicemia.

Bret Michaels

Il cantante dei Poison ha ricevuto la diagnosi di diabete all’età di 6 anni. La vita da rockstar, nonostante le attenzioni impiegate nella cura della sua malattia, non si è rivelata essere un toccasana per lui. Nel 2010 ha avuto diversi problemi di salute, tra i quali un’emorragia cerebrale. La sua vittoria ad un noto reality show statunitense è stata versata nella sua interezza all’American Diabetes Association.

Fonte | Webdm

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>