Diabete, a Natale no a lista nera cibi

di Valentina Cervelli Commenta

No alla lista nera dei cibi a Natale per chi è ammalato di diabete. E’ importante privilegiare un tipo di alimentazione corretta ed adeguata alle proprie esigenze, ma ciò non toglie che nelle giuste porzioni e gestendone l’assunzione in modo giusto non si possano consumare piatti usualmente lontani dalla quotidianità.

cena-di-natale

In occasione delle feste di Natale si tende a cucinare piatti della tradizione che presentano qualche caloria in più rispetto a quelli consumati abitualmente ed ad indugiare su qualche dolce o carboidrato di troppo. Come sottolineano gli esperti del CDC, il centro di controllo delle malattie americano, non vi è bisogno di eliminare totalmente una pietanza dalle proprie possibilità per stare bene, quanto regolarsi sulle quantità della stessa.

Evitare i picchi glicemici

Il primo consiglio dato dagli scienziati è quello ovviamente di evitare i picchi glicemici od un calo degli zuccheri nel sangue improvviso. Questo obiettivo si raggiunge per prima cosa tenendo il più stabile possibile gli orari dei pasti. Ed in caso gli stessi dovessero avvenire più tardi del consueto è bene implementare nella giornata un piccolo snack all’ora nella quale si sarebbe mangiato normalmente. Questo è un assunto valido sia per il pranzo che per la cena. Ovviamente è bene dare la propria preferenza a spuntini di tipo salutare.

Diabete e Natale, come regolarsi

Come già anticipato quando si soffre di diabete e ci si appropinqua a vivere una festa ad alto contenuto calorico come il Natale è necessario puntare a fare scelte sane. Questo non elimina la possibilità di gustare del buon cibo. Le pietanze tipiche possono essere consumate: l’importante è iniziare a mangiare le verdure per poter contare su un senso di sazietà maggiorato, prediligere porzioni piccole e mangiare lentamente.  In questo modo non vi sarà bisogno di nessuna lista nera di alimenti.

Altrettanto importante sarà passeggiare dopo il pasto per favorire la digestione ed il metabolismo e dormire almeno 7-8 ore. Non solo per essere più riposati in forma ma anche per evitare di mangiare fuori pasto come può accadere talvolta quando si fanno le ore piccole.

Potrebbero interessarti:

Fonte | CDC