Il distributore di sigarette intelligente

di Redazione 8

Il fumo nuoce gravemente alla salute; fumare danneggia gravmente te e chi ti sta intorno; le sigarette provocano più vittime degli incidenti stradali. Sono solo alcuni dei moniti visualizzabili sul pacchetto di sigarette.
Rimane fisso, sul lato di ogni confezione, il messaggio rivolto contemporaneamente ai rivenditori ed ai giovani: i minorenni non devono fumare.
Se avete visto un tabaccaio chiedere la cartà d’identità ai giovani che entravano a comprare sigarette, siete tra i pochi fortunati.
Laddove fosse successo, la scusa: “sono per mia madre“, basterebbe ad eludere il divieto.
Ma se il tabaccaio è così intransigente da non commuoversi minimamente, neanche citando l’intero albo genealogico come mandante dell’acquisto, i giovani tabagisti possono sempre uscire ed acquistare le sigarette al distributore automatico.

Ma la vita sta per diventare difficile per i fumatori minorenni, dal momento che è stato brevettato un distributore intelligente, che vende le sigarette solo ai maggiorenni, riconoscendo l’età dal volto.
Il macchinario, made in Giappone, funziona grazie ad una telecamera che scruta il viso degli acquirenti e lo confronta con 100 mila visi in memoria per calcolarne l’età. Davvero una bella invenzione, basterà a far desistere i fumatori in erba?

Commenti (8)

  1. Ciao,
    in realtà, ci tenevo a precisare, che in giro ci sono ormai già da mesi distributori che richiedono la tessera sanitaria per comperare le sigarette. E dai dati presenti sul badge magnetico della carta, risalire all’età del compratore. E penso che sia molto più esatto rispetto ai distrubutori a riconoscimento ottico. Secondo voi?

  2. Si, concordo molto più esatto e preciso, direi!
    Vedremo dopo il lancio di quelli ottici quali funzionano meglio: d’altra parte, mi viene da riflettere che anche se la tessera sanitaria è personale, si può benissimo prendere in prestito quella di un maggiorenne! Con quelli ottici questo non accadrebbe!

  3. Su myopencity.it, il primo social network italiano a portata di mappa si parla di sigarette e minori.

    http://www.myopencity.it/view/Milano-Citta-aperta-Giovani-Universita-La-sigaretta-dietro-il-cortile-4189

    Vuoi dire la tua? registrati su MOC.

  4. Tengo a precisare che quello di inserire la tessera sanitaria nel distributore delle sigarette e una stronzata,cioe, e buono tecnicamente, ma non nella practica, visto che si al posto della tessera sanitaria metti una ricarica telefonica o qualseasi altra tessere funziona lo stesso,, le macchine non hanno un lettore especifico della tessera sanitaria… Fatte la prova…
    Ci sarebbe da controllare tutte le macchinete in circolazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>