Carcinosi peritoneale e chemioipertermia

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su carcinosi peritoneale e chemioipertermia intraperitoneale

Buonasera, mia mamma, 71 anni, il 23 novembre è stata operata per un adenocarcinoma al colon; solo in fase di intervento il chirurgo ha riscontrato una carcinosi diffusa al peritoneo con interessamento delle ovaie, ambedue asportate; l’esito dell’istologico è il seguente: T3 N2b V1 M1 . Metastasi a 7 linfonodi su 12. L’oncologo esclude l’intervento di chemioipertermia. Vorrei sentire qualche altro parere se possibile. Inoltre, ho dimenticato di specificare che il medico intende procedere con chemioterapia tradizionale, vorrei sapere che reali possibilità di benefici porta la chemio tradizionale in questo ambito. Grazie anticipatamente, da una figlia distrutta, che anche se ci fosse una sola possibilità per salvare la propria madre, vuole tentarla.

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema carcinosi peritoneale da K colon e chemioipertermia intraperitoneale

 

Risponde il Prof. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti http://www.ipertermiaitalia.it/

 

Gentile Signora, in questo caso un trattamento in chemioterapia abbinato ad ipertermia capacitiva profonda a fasci esterni (vedi portale www.ipertermiaitalia.it) potrebbe avere una valenza di terapia neoadiuvante; cioè si potrebbe tentare di ridurre le masse peritoneali per poi intervenire in chemioipertermia intraperitoneale con peritonectomia più agevolmente e con migliore probabilità di esito positivo. Cari saluti Prof. Carlo Pastore, oncologo.

 

 

Leggi anche:

Carcinosi peritoneale non operabile, oncologo risponde …

 

 

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>