Ictus e riabilitazione, nuovo guanto contro paralisi

di Valentina Cervelli Commenta

Ictus e riabilitazione: stando ad uno studio recentemente pubblicato sulla rivista di settore Stroke appartenente all’American Heart Association, un nuovo guanto messo a punto dagli scienziati potrebbe ridare movimento alle mani dei pazienti affetti da piccole paralisi.

medico-punta-con-dito-su-parola-ictus

Sono innumerevoli in tutto il mondo le sperimentazioni condotte per aiutare i pazienti a riprendersi dopo un ictus. Quella condotta dai ricercatori della MetroHealth System, Case Western Reserve University e del Cleveland Functional Electrical Stimulation Center ha mostrato come un nuovo metodo di stimolazione elettrica possa aiutare i pazienti rimasti disabili dopo un ischemia a riprendere forza nelle proprie mani. E’ importante non sottovalutare quanto l’uso corretto dei propri arti renda possibile a coloro che sono reduci da un ictus riuscire a vivere una vita il più normale possibile.

Questa patologia può lasciare problemi di movimento e piccole paralisi nel paziente e da tempo l’elettrostimolazione viene usata in tal senso come terapia di riabilitazione. Quel che hanno fatto i ricercatori statunitensi è stato mettere a punto un nuovo dispositivo in grado di unire nell’approccio sia la mano colpita che quella sana. In pratica, la stimolazione elettrica all’arto che necessita di terapia viene data da quello sano grazie ad un particolare guanto: quando la mano sana si apre, anche quella paralizzata lo fa. E come spiega il principale autore della ricerca, il dott. Jayme S. Knutson:

Basandoci sui risultati positivi dei nostri precedenti studio siamo in grado di determinare ora se la terapia della mano fornita dal nuovo guanto sia in rado di migliorare l’uso della stessa nei pazienti che hanno avuto un ictus da almeno sei mesi.  [Dare la possibilità di usare il dispositivo anche in casa] è importante per ottenere non solo un minore costo delle cure per i pazienti ma soprattutto per favorirne il miglioramento ed il migliore risultato positivo raggiungibile.

 

Per 12 settimane 80 pazienti che avevano avuto un ictus sono stati divisi in due gruppi e sono stati sottoposti a terapia classica e quella con il nuovo guanto. Misurando le capacità di utilizzo della mano, coloro che avevano usato il nuovo “kit” mostravano miglioramenti fino a 4 volte più ampi di coloro sottoposti alla riabilitazione clinica classica.

Fonte | American Heart Association

Photo Credits | ilikestudio / Shutterstock.com