Matrimonio più felice se “lui” è brutto

di Salvina 4

Il segreto per una vita coniugale perfetta? Molto semplice: sposare un uomo brutto. O almeno meno avvenente della propria moglie. A sostenerlo un gruppo di studiosi della statunitense Università del Tennessee che ha preso in esame 82 coppie convolate a nozze negli ultimi sei mesi. Dall’indagine, condotta attraverso la somministrazione di un questionario ai diretti interessati, è emerso che i mariti più belli sono i meno disposti a impegnarsi per la buona riuscita del matrimonio, al contrario dei meno belli che appaiono disposti a tutto pur di tenere legata sè la loro avvenente compagna. Se siete alla ricerca di un uomo più bello di voi da sposare fate quindi attenzione: gli uomini più avvenenti non solo sarebbero (il condizionale, come si dice in questi casi, è d’obbligo) meno soddisfatti della vita coniugale ma tenderebbero anche a ricercare altrove la sensazione di appagamento che non trovano nel matrimonio. Al contrario le donne più attraenti dei loro mariti non si fanno problemi per l’aspetto fisico del loro compagno.


Stando ai risultati di questo studio, coordinato dal dottor Jim Mcnulty, trovare il compagno ideale per costruire un solido rapporto coniugale è quindi molto più facile di quanto comunemente si creda. L’aspetto fisico, in questo caso non particolarmente attraente, basterebbe infatti per giudicare se il nostro partner è adeguato per mettere su famiglia. In barba ai vecchi adagi che raccomandano di guardare alla bellezza interiore, i ricercatori statunitensi sembrerebbero consigliare, almeno alle donne, di dare uno sguardo alla “bruttezza esteriore”. Forse questa è una buona notizia per gli uomini non bellissimi che potranno da ora in poi aspirare con più fiducia ad avere una compagna molto attraente. I risultati dello studio però non dicono niente sulle coppie formate da due “belli”. Che la loro unione coniugale sia irrimediabilmente destinata ad essere un vero disastro?

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>