Arachidi: in piccole dosi sono un “toccasana”

di Piera 3

Anche se, a prima vista può sembrare strano, le arachidi, le famose noccioline americane, sono nella lista dei cibi più salutari. Questi “semi” sono, tra l’altro, un componente importante dell’alimentazione umana perchè, oltre che per essere mangiate così, magari spesso offerte come aperitivo, vengono impiegati anche per realizzare l’olio o ridotte in pasta per il saporito burro d’arachidi, apprezzato sopratutto Oltreoceano.

Una recente ricerca ha fornito dei risultati interessanti: le gustose noccioline, se assunte in maniera moderata, sono un toccasana per la salute grazie alle loro proprietà. Una riserva di minerali, antiossidanti e vitamine, in cambio però di qualche caloria in più. Tuttavia, se inserite in maniera controllata nel regime alimentare, sgranocchiare arachidi potrà aiutare anche a prevenire qualche importante patologia.

Alcuni studi e ricerche condotti proprio sulle famose noccioline americane hanno evidenziato gli effetti benefici di questo alimento. Amato sopratutto dagli Americani, in realtà gli arachidi sono uno snack salutare ed energetico da consumare, però, con moderazione.

Gli arachidi sono una fonte importante di grassi monoinsaturi, quelli apprezzati in particola modo dalla dieta mediterranea e, queste sostanze, sarebbero fondamentali nel combattere alcune patologie cardiovascolari. Grazie all’azione positiva sul cuore e le arterie, uno studio condotto in doppio cieco su circa 22 pazienti ha dimostrato una riduzione del 22% del rischio di veder comparire questo tipo di patologie. Oltre i grassi, anche la presenza di alcuni antiossidanti, come il resveratrolo e l’acido oleico, avrebbero la funzione di prevenire i disturbi di salute, addirittura, potrebbero essere un valido aiuto nella prevenzione del cancro.

Studi condotti a Taiwan, invece, dove il cancro al colon è una delle più comuni cause dei decessi, hanno evidenziato che consumare noccioline almeno due volte a settimana avrebbe fatto calare il rischio di sviluppare il tumore del 58% nelle donne e del 27% nei soggetti di sesso maschile.

Un articolo comparso invece sul Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry, ha riportato chel’assunzione di cibi ricchi di niacina, come i semi d’arachide, costituirebbero un ottimo aiuto nella prevenzione dell’ Alzheimer.

Con l’alto contenuto di minerali, come i preziosi manganese, rame e zincovitamine E e B3, triptofano e proteine, le noccioline americane sono adatte anche agli sportivi che, spesso, inseriscono nella loro colazione un cucchiaio di burro d’arachidi spalmato sul pane. Una manciata di noccioline, non salate, sono consigliate anche come merenda veloce per i bambini.

Il modo migliore per inserire questo alimento nella dieta di tutti i giorni è scegliere quelle non salate, naturali e vendute ancora con il loro caratteristico guscio o consumarle sotto forma di burro d’arachidi. In entrambi i casi, bisogna fare attenzione a non esagerare: oltre ad essere salutari, sono infatti molto caloriche (in media oscillano tra le 500 e le 600 Kcalx100 gr.). Basterà aggiungere una manciata di arachidi nell’insalata, spalmare un cucchiaino di burro sul pane tostato o semplicemente sgranocchiarle al naturale per usufruire dei benefici senza immagazzinare calorie superflue.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>