Dieta: meglio il burro o la margarina?

di Paola 7

L’amletico dilemma di chi vuole seguire un’alimentazione corretta: è meglio includere nella dieta il burro o utilizzare la margarina in sostituzione? In alcuni casi gli esperti indicano la margarina come alimento migliore per la salute del cuore, ma attenzione perchè non tutti i tipi di margarina hanno gli stessi benefici.

D’altra parte, il burro prodotto dalla panna è ricco di grassi saturi e colesterolo e una dieta ricca di grassi saturi, è risaputo sia associata a disturbi cardiovascolari. I nutrizionisti consigliano, infatti, di mantenere al 7% dei grassi totali consumati la percentuale di saturi proprio per la loro nocività per la salute.


La margarina è decisamente più indicata in una dieta sana perchè viene prodotta da oli vegetali, che non contengono grassi saturi. Al contrario, gli oli vegetali contengono polinsaturi, grassi molto utili nell’abbassare a livelli ottimali la quantità di colesterolo nel sangue, se consumati al posto dei saturi.

La domanda su cosa sia meglio sembra aver trovato una risposta: la margarina dovrebbe prevalere sul burro. Il condizionale è d’obbligo perchè, in realtà, le cose non sono poi così semplici. Non è sufficiente sostituire il burro con la margarina per vedere risolto ogni problema che sia legato alla linea o alla prevenzione dal colesterolo alto.

Alcuni tipi di margarina, infatti, contengono i cosiddetti acidi grassi trans, che sono ancora più nocivi di quelli saturi contenuti nel burro. I grassi trans fanno letteralmente lievitare il colesterolo cattivo, LDL. E’ opportuno dunque leggere bene l’etichetta che informa sui valori nutritivi quando si acquista una confezione di margarina e controllare la quantità di grassi trans contenuta in ogni porzione di prodotto.

Occorre, inoltre, prestare particolare attenzione al tipo di olio vegetale usato per produrre la margarina. L’olio di mais, l’olio di cartamo e l’olio di girasole, ad esempio, contengono una grande quantità di acidi grassi omega-6 e pochi omega-3. Entrambi questi grassi sono fondamentali in numerosi processi dell’organismo, ma spesso si corre il rischio di non assumere abbastanza omega-3. Una soluzione potrebbe essere scegliere la margarina prodotta con olio di canola, ricco di omega-3, oppure integrata con questi grassi.

Ci sono alcuni tipi di margarina inoltre che, se assunti regolarmente, possono aiutare a ridurre il colesterolo LDL. Il consumatore deve solo stare molto attento a non trascurare mai le tabelle nutrizionali sui prodotti, scegliendo sulla base dei principi alimentari più salutari e non basandosi sulle pubblicità spesso fuorvianti.