Diabete di tipo 1 e sport, la storia di Monica

di Valentina Cervelli Commenta

Essere affetti da diabete di tipo 1 non rappresenta un impedimento se si vuole intraprendere una carriera sportiva e la storia di Monica Priore ne è la dimostrazione: le è sempre stato detto che lo sport agonistico non era alla sua portata per via della sua malattia.

Rispetto a quando il suo diabete è stato diagnosticato la ricerca sulla patologia ha fatto passi da gigante e quelli che un tempo erano considerati limiti ora non lo sono più. Basti pensare ad atleti come Steve Redgrave, campione di canottaggio e medaglia d’oro sia prima della diagnosi che dopo. Monica Priore non sarà una campionessa olimpica ma partecipa a gare agonistiche da quando ha 25 anni ed ha sempre condotto delle vere e proprie battaglie per mostrare che essere affetti da diabete di tipo 1 non deve essere presa come una condanna o un impedimento. E’ stata la prima donna diabetica in Europa a compiere la traversata dello stretto di Messina.

La sua impresa ed il suo lavoro per far conoscere la realtà del diabete l’ha portata ad essere nomitata dal Presidente Sergio Mattarella Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italianaper la testimonianza dell’importante contributo dello sport nel superamento dei limiti derivanti dalla malattia“.  Lo sport, che ai tempi della sua diagnosi (avvenuta quando la donna aveva appena 5 anni, N.d.R) era visto come qualcosa di pericoloso, è in realtà uno dei motivi per i quali Monica è in grado di affrontare la malattia al meglio, aiutando il suo organismo a stare bene. L’attivita sportiva è perfetta per far superare ai malati il senso di inferiorità e di diversità che spesso provano.

Ed il suo messaggio principale, a tutti quei bambini che si vergognano di essere affetti da diabete di tipo 1 e che hanno problemi a relazionarsi con lo stesso è quello di non nascondersi. Questo perché rendere nota la propria malattia significa anche darne conoscienza a chi si ha vicino ed in caso di bisogno fare presente anche il modo giusto di essere soccorsi se dovesse esservene la necessità.

Potrebbero interessarti:

Photo Credit | Monica Priore Facebook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>