10 effetti negativi del fumo sul nostro aspetto (FOTO)

di Tippi Commenta

Se fumate, sapete già che dovreste smettere. Il fumo di sigaretta, infatti, fa male al cuore, ai polmoni, al cervello e persino alla salute sessuale poiché può creare problemi di disfunzione erettile. Ma è un nemico anche della bellezza. Scopriamo insieme quali sono i danni provocati dal fumo sul nostro aspetto estetico.

Pelle grigiastra e rughe

I danni provocati dal fumo sulla pelle sono oramai notori. Così come è risaputo che colpiscono maggiormente le donne rispetto agli uomini poiché il sesso femminile è più predisposto alla rughe. Una fumatrice si può riconoscere facilmente per la cosiddetta “smoker’s face”, una tipologia di viso ben nota ai dermatologi: colorito della pelle pallido, tendente al grigiastro, rughe marcate intorno agli angoli degli occhi e solchi perpendicolari alle labbra (le rughe del fumatore, dette anche “codice a barre”) e aspetto scarno con forte prominenza del contorno osseo e talvolta anche con un lieve afflosciamento delle guance. La nicotina, infatti, provoca un’alterazione delle fibre elastiche e di conseguenza il rilassamento cutaneo.

Invecchiamento precoce

Molti studi hanno dimostrato che i fumatori dimostrano dai 5-10 ai 20 anni di più rispetto alla loro età. Il fumo, infatti, restringe i vasi sanguigni, il che riduce l’apporto di ossigeno e sostanze nutritive per la pelle, danneggiando anche il collagene e l’elastina.

Macchie sulla pelle

Sono indice di ipossia tessutale. L’abuso di tabacco danneggia i vasi del microcircolo e riduce l’apporto di sangue e quindi anche di ossigeno alla cute.

Ingiallimento delle dita

E’ un problema molto frequente tra i fumatori, causato dalla nicotina che si deposita sulle dita e che, a contatto con l’aria, si ossida, diventando appunto di colore giallo.

Cataratta

Tra le conseguenze del fumo si annovera anche una maggiore incidenza della Cataratta. Molti studi, infatti, hanno collegato la comparsa della malattia con l’esposizione diretta al fumo di sigaretta.

Psoriasi

Il fumo di sigaretta è correlato aduna maggiore incidenza di recidive di Psoriasi. Nei fumatori, infatti, vi è una maggiore difficoltà a controllare i sintomi con i farmaci. Inoltre, secondo diversi studi, il fumo accrescerebbe notevolmente il rischio di sviluppare la malattia. La nicotina, infatti, sembra in grado di innescare una vera e propria “cascata” di citochine e di chemochine, proteine che svolgono un ruolo di primo piano nella regolazione del sistema immunitario e nell’attivazione dei processi infiammatori.

Borse sotto gli occhi

Sono un altro indice della cosiddetta “smoker’s face”.

Denti gialli

L’ingiallimento dei denti è tipico nei fumatori, poiché il fumo di sigaretta favorisce il proliferare dei batteri e l’indurimento della placca batterica. Sembra anche che nei fumatori siano assenti i batteri “buoni” che in genere colonizzano la bocca. Chi fuma, inoltre, è più a rischio di malattie paradontali, questo perché i batteri finiscono inesorabilmente per distruggere i tessuti molli spingendo le gengive a distaccarsi dai denti. Una volta che le gengive si sono ritirate, in assenza di un adeguato trattamento i denti cadono. Secondo diversi studi, infatti, i fumatori perdono più denti rispetto a chi non fuma.

Caduta dei capelli

Anche i follicoli piliferi e i bulbi dei capelli subiscono le tossine immesse in circolazione. Il fumo, infatti, diminuisce l’ossigenazione del sangue e impedisce la regolare microcircolazione sanguigna del cuoio capelluto. Inoltre, sbilancia l’equilibrio batterico della cute dei capelli e del tessuto epidermico, aumentano il rischio di infiammazione dei follicoli. La stessa nicotina, una volta che si deposita sul cuoio capelluto è in grado di modificare la composizione chimica del sebo.

Tumore

Il fumo può favorire lo sviluppo del carcinoma spinocellulare, soprattutto a livello delle labbra.

Che ne dite, non sono ottime ragioni per smettere di fumare? E’ la cura di bellezza meno cara che esista al mondo.


Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>