Smettere di fumare, nuova campagna per i giovanissimi

di Valentina Cervelli Commenta

E’ necessario convincere i giovanissimi a smettere di fumare:  circa il 50% crede che le unica conseguenze di questo vizio siano la tosse ed il mal di stomaco. E’ per questo che l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom) lancia per il secondo anno di seguito “Con le sigarette è meglio smettere”.

ragazza spezza sigaretta

Le statistiche sono molto chiare in tal senso, la maggior parte degli italiani ha iniziato a fumare ancor prima dei 18 anni e le sigarette sono causa del 90% dei tumori al polmone, del 75% di quelli alla testa ed al collo e del 25% di quelli al pancreas. E’ importante quindi agire su coloro che rischiano di divenire i malati di cancro del futuro. Come lo scorso anno sono state diverse le celebrità che hanno accettato di accostare il loro nome alla campagna antifumo. Quest’anno è toccato alla tennista Flavia Pennetta ed all’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri. Spiega il presidente dell’Aiom Carmine Pinto:

È nelle scuole che molti ragazzi iniziano a fumare regolarmente. Vogliamo ripartire con la nostra campagna proprio dai banchi: anche una singola sigaretta, accesa per gioco, può condannare una persona ad un vizio che dura tutta la vita.

E’ importante che i ragazzi comprendano come il fumo possa cambiare la loro vita per sempre e quanto sia necessario smettere di fumare. Anche se l’azione stessa di accendere la sigaretta per molti di loro viene presa solo come un gioco. Quando si è giovani la vita si dà per scontata: far “vincere” la nicotina sulla propria salute è una scelta che non può e non deve essere presa. Quel che si punta a fare con gli adolescenti è dar loro una corretta informazione su quelli che sono gli effetti collaterali del fumare, portandoli a comprendere che il perseverare nel vizio perchè “fa dimagrire” (questa una delle motivazioni principali presentate recentemente dopo uno studio sul tema presentato da Konstantina Zachari dell’Università Harokopio di Atene, N.d.R.) è tutt’altro che auspicabile per la propria salute.

Potrebbero interessarti:

Smettere di fumare, e-cig sicure ma inefficaci

Come smettere di fumare grazie allo smartphone

Foto Credit | Thinkstock