Effetti collaterali Tirosint, ansia e nervosismo?

di Cinzia Iannaccio 0

Tra gli effetti collaterali del Tirosint (levotiroxina) ci sono anche ansia e nervosismo? Oppure si tratta di qualche altra causa, magari un dosaggio errato del medicinale? Cosa fare se ci si trova in questa situazione? E’ l’argomento del nostro quotidiano Consulto Online su Medicinalive. La risposta è affidata al nostro endocrinologo di fiducia, il Dottor Mario Fracesco Iasevoli.

Richiesta di Consulto Medico

“Gent.mo dottore da tre anni assumo il tirosint dopo aver avuto il Basedow,trattato con terapia radiometabolica. Sono quindi in ipotiroidismo,solo che il mio tsh non è mai stato stabile in questi anni e quindi ho cambiato molti dosaggi come ancora faccio. Ho 39 anni,peso 75 kg (ne ho persi quattordici) e sono alta 1,68. Assumo attualmente 125 dal lun al giov e 100 ven sab e dom.Prendo le compresse.Vorrei che lei mi aiutasse a capire come mai da quando assumo questi ormoni, ho sempre ansia e nervosismo. Il medico di base mi ha detto che questi ormoni sintetici in alcuni soggetti non vengono tollerati bene,e quindi provocano come nel mio caso,sudorazione,attacchi di ansia,e perdita di capelli,a prescindere dal valore del tsh.Ora lei capirà la mia confusione. Possibile che dovrò vivere con questi disturbi? a volte mi creda,vorrei prendere il lexotan tanto è lo stato ansioso. E’ vero che sono un pò stressata,ma non al punto da stare così male.Non ho ben capito se il problema sono io che non tollero la tiroxina,oppure se il problema è un’altro.La ringrazio e spero in una sua risposta.Cordiali saluti”.

 

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche

Tipo di Problema: tirosint ed effetti collaterali

Risponde il dottor Mario Francesco Iasevoli specialista in endocrinologia e malattie del metabolismo, Unità Operativa Complessa Endocrinologia-Azienda Ospedaliera Universitaria II Policlinico-Sun di Napoli:

“Salve, la l-levotiroxina è un farmaco ben tollerato che se assunto nelle dosi giuste è privo di effetti collaterali; infatti si parla di terapia sostitutiva cioè sostituisce gli ormoni che lei non produce e quindi mima in maniera identica gli effetti degli ormoni mancanti. Lei mi dice che continua a cambiare dosaggi e a modificare il peso; ciò di certo può incidere sulla condizione ansiosa di cui parla in quanto eventuali aumenti di dosaggio possono determinare un transitorio ipertiroidismo che nell’arco di due settimane scompare se il dosaggio è corretto. L‘intolleranza al Tirosint è possibile ma in genere determina altri sintomi che si possono definire opposti ai suoi ( gonfiore, freddo, bradicardia sonnolenza, nausea ecc). Direi che deve valutare prima di tutto se il dosaggio è corretto con Tsh, FT4; inoltre indagare eventuali altre cause della sintomatologia descritta sia di natura psicologica che organica; escluse queste ultime può confrontarsi con il suo endocrinologo e decidere di cambiare farmaco utilizzando la stessa molecola (passare ad Eutirox visto che potrebbe essere intollerante agli eccipienti e non alla levotiroxina) oppure  cambiare molecola. Cordiali saluti  [email protected]

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

Se avete altre domande compilate il form ed inviate la vostra richiesta: “Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”

Si ricorda che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>