Degenerazione epatocerebrale

di Marco Mancini 1

Degenerazione epatocerebrale

La degenerazione epatocerebrale è un disturbo cerebrale che si verifica in persone con danni al fegato.

CAUSE: Questa condizione può verificarsi in ogni caso di insufficienza epatica acquisita, come l’epatite. Il danno epatico può portare alla formazione di ammoniaca e altre sostanze tossiche nel corpo. Questo accade quando il fegato non riesce ad abbattere e rilasciare queste sostanze chimiche. I materiali tossici sono in grado di distruggere il tessuto cerebrale.

Aree specifiche del cervello, come i gangli della base, hanno maggiori probabilità di essere danneggiati. Questa condizione è del tipo “non-wilsoniana”. Ciò significa che il danno epatico non è causato da depositi di rame nel fegato, che è una caratteristica chiave del morbo di Wilson.

SINTOMI: I sintomi possono includere:

  • Difficoltà a camminare;
  • Disfunzione intellettuale;
  • Ittero;
  • Spasmo muscolare;
  • Rigidità;
  • Tremori alle braccia e alla testa;
  • Spasmi muscolari;
  • Movimenti del corpo incontrollato;
  • Atassia.

DIAGNOSI: I segni sono:

  • Coma;
  • Fluido nell’addome che causa gonfiore (ascite);
  • Sanguinamento gastrointestinale da vene dilatate nel tubo alimentare (varici esofagee).

Un esame neurologico può mostrare segni di:

  • Demenza;
  • Movimenti involontari;
  • Instabilità deambulatoria.

I test di laboratorio possono mostrare un alto livello di ammoniaca nel sangue e nella funzione epatica. Altri test possono includere:

  • Risonanza magnetica della testa;
  • Elettroencefalogramma che può mostrare un rallentamento generale delle onde cerebrali;
  • TAC del capo.

TERAPIA: Il trattamento aiuta a ridurre i prodotti chimici tossici che si accumulano. Può includere lassativi come il lattulosio, che abbassano il livello di ammoniaca nel sangue. Un trattamento chiamato terapia con aminoacido a catena ramificata ha funzionato in alcuni pazienti alleviando i sintomi ed invertendo il danno cerebrale. Non esiste un trattamento specifico per la sindrome neurologica, perché è causata da danni irreversibili al fegato. Un trapianto di fegato può curare la malattia del fegato. Tuttavia, questa operazione non può invertire i sintomi di danno cerebrale.

PROGNOSI: Si tratta di una condizione cronica che può portare a danni irreversibili del sistema nervoso. Il paziente può continuare a peggiorare e può morire senza un trapianto di fegato. Se il trapianto viene effettuato nelle prime fasi del decorso della malattia, la sindrome neurologica può essere reversibile. Possibili complicazioni includono:

  • Coma;
  • Danni cerebrali gravi.

Contattare un medico se si ha qualsiasi sintomo di malattia epatica.

PREVENZIONE: Non è possibile prevenire tutte le forme di malattia epatica. Tuttavia, l’epatite alcolica e virale possono essere prevenute. Per ridurre il rischio di contrarre epatite alcolica o virale:

  • Evitare comportamenti a rischio, come l’uso di droghe o rapporti sessuali non protetti;
  • Non bere, o bere con moderazione.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>